Notizie
Categorie: Altri sport

1ª Divisione - Prima sconfitta per il Fiumicino

La All Volley regola tra le mura amiche la formazione aeroportuale, costringendola ad un brusco stop



Prima sconfitta per le gialloblu del Fiumicino. L’inizio non è dei migliori, il Fiumicino è contratto e falloso, sembra di rivedere gli stessi limiti mentali andati in scena sabato scorso contro l’Isola Sacra. Per svegliarsi dal torpore ed iniziare a produrre gioco però questa volta non bisogna aspettare 2 set ma 8 punti. Così dopo aver consentito all’avversario di costruire un importante vantaggio , gli ospiti ritrovata un po’ di continuità, iniziano un lento ma costante recupero che culmina arrivando al 24 pari dopo aver annullato una palla set alle avversarie. Rimonta completata ma quando si tratta di giocare palle pesanti le giallo-blu non riescono a gestire la tensione e dopo aver annullato un'altra palla set alle avversarie,  perdono l’opportunità di passare in vantaggio grazie ad un appoggio sbagliato, per poi cedere sotto l’ennesimo attacco della n° 10 avversaria, autrice di una prova maiuscola. Nel secondo set non si vede il Fiumicino dei primi punti, ma neanche quello della rimonta. Il gioco continua ad essere spezzettato da numerosi errori nei fondamentali di attacco e battuta. Nonostante la ricezione complessivamente regga e consenta di far girare i centrali la distribuzione risulta troppo prevedibile, ed anche su posto 2 si gioca poco. Peccato perché è al centro che il Fiumicino potrebbe fare più male. 

Una fase del matchMettere palla a terra in queste condizioni diventa difficile, l’avversario in difesa è ben organizzato, e le attaccanti giallo-blu invece di giocare con pazienza e cercare di variare i colpi, prese dal nervosismo regalano palloni con errori evitabili. La continuità in questa fase di gioco fa la differenza e consente all’All Volley di chiudere il set sul 25-20. Nel terzo set la musica non cambia, e l’avversario prende ancora più coraggio: se prima il Fiumicino doveva preoccuparsi principalmente degli attacchi della N°10 ora anche il martello n°2 sale in cattedra ed inizia a mettere giù palloni pesanti. La reazione delle ospiti non c’è, ma anzi, come testimoniano i numerosi pallonetti caduti, l’impressione e che i remi siano già stati tirati in barca. Atteggiamento mentale sbagliatissimo perché il Fiumicino avrebbe tutti mezzi per giocarsela fino in fondo: il parziale si chiude con un pesante 25-17. Nonostante la sconfitta, rispetto la prima uscita, vinta 3 a 2, qualche progresso si è visto, ma l’All Volley è avversario di tutto rispetto e quando si fanno troppi errori squadre del genere non perdonano. Sicuramente ci sono molti margini di crescita e  sicuramente il Fiumicino ha tutte le carte per poter offrire prestazioni migliori, ma finche non verranno risolti i problemi di continuità , non si imparerà a gestire meglio i palloni  “caldi ” quelli che non vanno mai sbagliati,  si continuerà a soffrire parecchio. C’è molto da lavorare sia sul profilo mentale che sull’organizzazione, il gioco di squadra si vede a sprazzi e si continua ancora troppo ad affidarsi alle performance dei singoli. Il Potenziale c’è, e questa deve essere la certezza da cui partire per poter costruire prestazioni migliori e trovare le sicurezze che per ora mancano; il campionato è lungo, la strada da percorrere anche, ma il tempo per completare il lavoro che questo gruppo deve fare per diventare squadra, squadra aggressiva, c’è tutto. Importante sarà già dai prossimi incontri dare prova di aver incamerato questa lezione e continuare a fare i progressi  necessari a partire dalla determinazione e concentrazione con cui si va in campo.