Notizie
Categorie: Giovanili

2° turno Memorial Augello, lo spettacolo continua!

Nella seconda giornata della competizione internazionale comincia a delinearsi il quadro delle semifinali. Analizziamo il quadro dei quattro gironi



Uno scatto della sfida tra Napoli e Crystal Palace ©Mirna De CesarisSarà la terza ed ultima giornata ad emettere la sentenza sulla qualificazione alle semifinali. Partendo dal girone A, si registrano i due successi di Roma e Torino rispettivamente contro Haladas e Lodigiani. I giallorossi faticano ad avere la meglio degli ungheresi, ma la spuntano grazie ai sigilli di Silvestri e Bove. Stesso risultato per i granata che si confermano al primo posto insieme ai capitolini ma godono del vantaggio nella differenza reti. Quindi la Roma è obbligata a vincere nello scontro diretto contro i piemontesi dell'ultima giornata. Stessa situazione nel gruppo B, dove Napoli e Inter si ritrovano a braccetto i cima alla graduatoria. Qui sono i nerazzurri a poter vantare una migliore differenza reti: dopo il 6-1 rifilato al Crystal Palace i meneghini trovano un altro rotondo successo contro il Pordenone. Doppiette per Goffi e Verzeni, a segno D'Isidoro, Prandini e Tordini. I partenepoi invece non hanno problemi ad avere la meglio sul Crystal Palace e tengono il passo: 5-1 il finale, ma un gol in meno dell'Inter, tradotto: ai lombardi basta il pari, azzurri constretti a prendersi il bottino pieno per passare. Il girone C è quello che presenta la situazione più complessa, perché ci sono ancora tre squadre a giocarsi la qualificazione. Ovviamente favorita la Lazio ,che dopo il successo per 3-1 contro il Partizan (doppietta di Paolocci e sigillo di Pica), è l'unica a punteggio pieno. Ai biancocelesti basta un pareggio contro il Real Madrid per volare alle semifinali. Gli spagnoli di contro raggiungono a quota 3 punti proprio il Partizan grazie al successo per 3-2 contro una Tor Tre Teste mai doma, ma sono sopra nella graduatoria perché la differenza reti dice che hanno subìto una rete in meno dei serbi. Dovranno battere la Lazio con due gol di scarto e sperare che il Partizan non dilaghi contro la Tor Tre Teste, già eliminata. Nel girone D discorso a due tra Verona e i campioni in carica della Juventus. Gli scaligeri, dopo il successo di misura contro il Palermo (1-0), sono soli al comando seguiti dai bianconeri a quota 4 punti, grazie al successo per 8-0 sul Victoria Clube (Doppiette per Diop e Fontana, reti di Filippone, Continella, Lombardo e Tongya), pertanto ai veronesi sarà sufficiente un pari nello scontro diretto contro i piemontesi per conquistare il penultimo atto.