Notizie

A Cerveteri niente Festa della Repubblica, il sindaco polemizza

La protesta del Primo Cittadino, Alessio Pascucci: "Il nostro Comune e i nostri cittadini mortificati dalle politiche nazionali"



L'amministrazione comunale di Cerveteri“Completamente in linea con gli altri Sindaci del territorio, a Cerveteri non ospiteremo alcuna iniziativa per celebrare la Festa della Repubblica”. Lo ha dichiarato Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri e animatore, insieme ad altri nove sindaci del territorio a nord di Roma, di una protesta contro le sempre più stringenti politiche economiche imposte dal Governo agli Enti locali.

“Ricordo – ha detto il Sindaco Pascucci – che i cittadini di Cerveteri partecipano, con le tasse che pagano al nostro Comune, ad alimentare il Fondo di Solidarietà Comunale per 6,3 milioni di euro: sono soldi che invece di diventare servizi e opere pubbliche indispensabili nella nostra città, finiscono nelle casse di altri Comuni che hanno avuto delle gestioni economiche disattente, e che oggi sono in difficoltà. Ma il bluff del Governo deve venire allo scoperto: non si può pensare di far bella figura davanti all'Europa, a costo di mortificare e privare di ogni risorsa i Comuni. Nulla di simile può essere accostato ai valori e ai principi su cui si fonda la nostra Repubblica. Finché i meccanismi del Fondo di Solidarietà non saranno rivisti, continueremo a non festeggiare”.