Notizie
Categorie:

A gonfie vele il progetto Res Academy negli Usa

Sono addirittura 7 i team agonistici in giallorosso oltreoceanoi: 2 con bambine di 10 anni, 2 di 12 anni, 1 di 13 anni, 1 di 14 anni e 1 di 15 anni, per un totale di oltre 250 tesserate.



Image titleDa ormai 3 anni la Res Roma non è presente solo sul territorio italiano ma anche negli Stati Uniti, nello Stato di Washington, con la scuola Calcio “RES ROMA – U.S.A. ACADEMY CUGINI SOCCER”, fondata dall’italo americano Fabio Diletti, grande intenditore di calcio e tifoso dell’A.S. Roma. Sono addirittura 7 i team agonistici della RES ROMA – U.S.A. ACADEMY: 2 con bambine di 10 anni, 2 di 12 anni, 1 di 13 anni, 1 di 14 anni e 1 di 15 anni, per un totale di oltre 250 tesserate. E’ ormai noto a tutti quanto il calcio femminile negli U.S.A. sia sviluppato, e che sia lo sport piu’ praticato dalle donne, con risultati eccellenti, come la recentissima vittoria del mondiale in Canada che ha dimostrato quanto il popolo americano ami il calcio in rosa. Il brand Roma, “la città eterna”, tra le più amate nel mondo, unito alle qualità di Fabio Diletti, stanno rendendo la RES ROMA – U.S.A. ACADEMY un punto di riferimento per tutte le giovani calciatrici statunitensi: “Il connubio calcio femminile/Roma non poteva che avere successo – ha dichiarato Fabio Diletti -  La capitale d’Italia ha un brand che piace in tutto il mondo e poter aprire una scuola calcio femminile in collaborazione con la Res Roma è stata di sicuro la scelta piu’ giusta che potevamo fare. Ho conosciuto la società capitolina grazie ad un dirigente italiano, il mio amico Carlo Mansueto, e mi sono subito reso conto della professionalità dei dirigenti della Res, e della passione con cui portano avanti i loro progetti. Il progetto va avanti da 3 anni e sta crescendo di stagione in stagione.” Lo sport negli U.S.A. è strutturato in modo completamente diverso che in Italia, e le squadre giovanili della RES ROMA – U.S.A. ACADEMY partecipano sia a tornei privati che a tornei organizzati dalle federazioni regionali: “Il calcio femminile è praticano da quasi tutte le donne, quindi i tornei sono tanti e attorno c’è un grande business che porta introiti che in Italia sono attualmente impensabili. Fin da piccoli (3 anni) i genitori cercano programmi e lezioni private per essere al di sopra della competizione; gli Americani sono molto furbi e intelligenti nel guadagnare soldi, e per questo motivo i campionati durano solamente 10 settimane, con 9 gare sputate in Primavera e in Autunno, mentre il resto dell’anno i vari team fanno tornei in differenti città' degli Stati Uniti: tutto questo per cercare di arrivare all’Università con una borsa di studio nel loro sport preferito. A livello professionistico ci sono solo 12 squadre, di cui 3 canadesi, ma il livello è altissimo. Sono tante le ragazze a cui piacerebbe fare esperienza in Italia, il “bel paese” ma il livello attuale del calcio femminile italiano spesso non consente ai team italiani di poter prendere le migliori della nostra nazione, e poi ci sono diversi problemi di transfert che spesso rallentano le trattative.” “Per tutti noi è un motivo di orgoglio sapere che il nome della Res Roma fa proseliti anche nella patria per antonomasia del calcio femminile – ha dichiarato il tecnico giallorosso Fabio Melillo – e sapere che ci sono 250 bambine che hanno scelto la nostra scuola calcio, grazie alla forza del brand Roma, mi rende orgoglioso sia in quanto allenatore della Res, e sia da romano doc. Abbiamo tanti progetti insieme e spero che si possano sviluppare: intanto guardo foto, leggo articoli, e sogno che un giorno anche da noi si possano avere 250 bambine nella nostra scuola calcio.” Res Roma e RES ROMA – U.S.A. ACADEMY continueranno la loro collaborazione anche in futuro, e per la prossima estate sono previste importanti novità che coinvolgeranno atlete e dirigenti delle due compagini.