Notizie

A Ladispoli nata l'ottava Casa della Salute del Lazio

Presentata ieri, la nuova struttura è decisamente all'avanguardia per i servizi che offre, estesi anche agli extracomunitari presenti nella zona. Soddisfatto il Presidente Zingaretti.



Image titleE’ stata inaugurata ieri a Ladispoli una nuova Casa della salute; l’edificio è l’ottavo in ordine di tempo che è stato attivato dalla regione Lazio e va ad inquadrarsi in un più ampio e evoluto contesto di nuova sanità che l’amministrazione regionale sta promuovendo e portando avanti. Questa nuova struttura si sviluppa entro il territorio dei comuni di Cerveteri e Ladispoli, andando ad occupare un’area di 1000 metri quadri ed investendo un bacino di utenza ci circa ottantamila abitanti. Fortemente soddisfatto il Presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti,  che ha affermato “Vogliamo dimostrare che, dopo 8 anni, stiamo vincendo la grande battaglia dell'uscita dal commissariamento, che permetterà assunzioni e stabilizzazioni dei precari. Tutte queste cose – ha concluso il presidente - prima erano obiettivi e ora stanno diventando concretezza che cambia il volto della nostra Regione". Tanti e vari i servizi che sono stati attivati in modo da rendere il tutto immediato ed efficace: area dell’accoglienza, sportello informazioni sanitarie, Punto Unico di Accesso (PUA), Sportello Unico di Prenotazioni (CUP) per il pagamento dei ticket e le prenotazioni, punto prelievi, ambulatorio infermieristico, ambulatorio per gli stranieri. I servizi sono tutti predisposti per fare in modo che anche l’utenza straniera presente in forte numero all’interno dell’area venga servita agevolmente: ben quattro lingue – arabo, rumeno, francese e inglese – sono utilizzate da tale servizio. Inoltre, la Casa della Salute di Ladispoli dispone di una innovativa piattaforma informatica, il “Piano di Assistenza individuale”, il cui scopo è di andare a gestire i percorsi di assistenza e di cura attraverso dei “Profili personali di Salute”. Altra novità che viene introdotta all’interno di questa struttura appena nata è la presenza dei Medici di Medicina generale, il cui apporto sarà fondamentale nella cura delle malattie croniche attraverso una presa integrata tra diversi professionisti, la cosidetta “Medicina d’iniziativa”. I servizi e attività specialistiche andranno a coprire ambiti quali Angiologia, Cardiologia, Chirurgia generale, Dermatologia, Diabetologia, Diagnostica per immagini, Endocrinologia, Epatologia, Fisiatria, Geriatria, Ginecologia, Medicina dello sport, Medicina legale, Nefrologia, Neurologia, Oculistica, Odontoiatria, Oncologia, Ortopedia, Otorinolaringoiatria, Pneumologia, Psichiatria, Radiologia, Senologia, Urologia; insomma, una gestione più oculata, capillare e consapevole. A disposizione figurano anche servizi relativi alla diagnostica di primo livello, per immagini, ecografia e radiologia. In più, ne esce potenziata la stessa Continuità assistenziale, già nota come guardia medica, che si attiva dalle ore 20 alle 8 di tutti i giorni, dalle 10 alle 20 per sabato e giorni prefestivi e dalle 8 alle 20 per la domenica ed i giorni festivi. Il 118 invece sarà attivo 24 ore su 24, così come sono state attivate anche un’ambulanza auto medicalizzata e l’elisuperficie. Infine, menzione a parte per la degenza infermieristica, che conterà una capacità di cinque posti letto ed uno spazio che permetterà alle associazioni di intervenire con servizi appositi per la prevenzione della violenza e per l’assistenza alle donne.