Notizie

A Villa De Sanctis il convegno internazionale degli astroricercatori

La quarta edizione si svolgerà alla Casa della Cultura, l'entrata è gratuita e sarà possibile visitare anche una mostra fotografica inerente ai temi trattati dai ricercatori



Image titleQuest’anno, sabato 7 e domenica 8 marzo, la Casa della Cultura a Villa De Sanctis (Via Casilina 665), ospita il IV Convegno Nazionale degli Astroricercatori Indipendenti. Gli esperti del Cnai (Centro Nazionale Astroricercatori Indipendenti), oltre a presentare al pubblico alcune tra le più affascinanti strumentazioni astronomiche moderne, affronteranno temi come L’origine della vita nell’Universo del prof. C.Batalli Cosmovici (Istituto di Astrofisica e Planetologia spaziale dell’Inaf); Il Big Bang organizzato dagli dei, un ponte tra archeologia e astronomia, del dottor A La Porta; La Materia oscura e l’Energia oscura del dottor F. Albani, direttore scientifico del Cnai, e ancora La radioastronomia italiana e i radiotelescopi nati all’Università di Bologna negli anni ’60 del prof. Stelio Montebugnoli, senior engineer presso Ira-Inaf. 

L’iniziativa, aperta a tutti, prevede anche una mostra fotografica sui temi trattati dai relatori, mentre telescopi astronomici e altre strumentazioni sono allestite per l’occasione nella sala espositiva di Villa De Sanctis.In programma inoltre ci sono varie iniziative didattiche, dedicate alle scuole di ogni ordine e grado, riguardanti tematiche legate all’osservazione e al monitoraggio del cielo.   Il presidente del Municipio, Giammarco Palmieri , sottolineando il grande valore culturale scientifico dell’iniziativa ha dichiarato: ”Il Municipio Roma V ha l’onore di accogliere questo notevole progetto, un 'incontro ravvicinato' da non mancare per bambini, giovani, adulti e in generale per chiunque sia incuriosito dalla vita sugli altri pianeti, dagli oggetti misteriosi che hanno alimentato la nostra fantasia nell’infanzia e la nostra curiosità da adulti”.  Il Municipio V ha copatrocinato l’evento insieme alla Regione Lazio, all’Unuci, a Telespazio, all’Associazione Internazionale Costantiniana delle Scienze Mediche, Giuridiche e Sociali, all’Ira-Inaf e a Fluke Italia.