Notizie

A Viterbo è iniziato il secondo semestre degli “Incontri a Palazzo papale”

Dal 1° settembre si è ufficialmente aperta la seconda sessione di incontri promossi dal Centro Diocesano di Documentazione per la storia e la cultura religiosa e dal Centro di ricerche per la storia dell’Alto Lazio



Il Palazzo papale di Viterbo


Il 1° settembre si aperta nel migliore dei modi la seconda sessione di “Incontri a Palazzo papale” che il Centro Diocesano di Documentazione per la storia e la cultura religiosa ha promosso in collaborazione col Centro di ricerche per la storia dell’Alto Lazio. Un ciclo di incontri di alto spessore culturale e religioso che vedono come location l’ineguagliabile cornice di uno dei monumenti più prestigiosi del capoluogo tusciano. La rassegna ha avuto come primo appuntamento un incontro su “Patroni e devozioni a Viterbo nelle la-stre e nelle incisioni del Cedido”,  mostra che ha messo al centro dell’attenzione una quindicina di lastre con incisioni legate alle devozioni popolari, al fine di valorizzare tali riproduzioni e ricostruirne la storia. A questo appuntamento (durato fino al 4 settembre) ha avuto seguito un laboratorio di stampa delle incisioni guidato dalla professoressa C. Pace e dalla professoressa E. Christova, nella giornata del 2 settembre. Per quanto concerne i prossimi appuntamenti, il 22 settembre, ore 16, si parlerà di “Usi e tradizioni legate alla maternità nel mondo antico”, un interessantissimo incontro nel corso del quale, mediante l’aiuto di un antropologo, si partirà dai reperti archeologici e si metterà in piedi una riflessione sul tema della maternità nel mondo antico. Ancora, il 13 ottobre, ore 16, sarà la volta de “L'esperienza del Centro del teatro medievale e rinascimentale”, interamente incentrato su un’esperienza di livello internazionale nata a Viterbo negli anni '70 a Viterbo e volta allo studio ed alla diffusione della conoscenza del teatro antico. Inoltre, il 3 novembre, ore 16, si parlerà de “Gli audiovisivi nella didattica: il caso del Polo didattico documentale dell'Alto Lazio”, dove verrà presentato il frutto di un anno di ricerca e di raccolta dati eseguito con la collaborazione attiva degli studenti di scuole superiori della provincia, cui si affiancherà, in tal sede, il contribuito di esperti di didattica degli audiovisivi. La kermesse contemplerà anche un nuovo incontro il 24 novembre, ore 16, sul tema “Il portale BeweB: una finestra sul patrimonio culturale ecclesiastico italiano”, a partire dall’esperienza del sito omonimo, nato nella primavera 2015 da una intuizione della Chiesa italiana con lo scopo di mettere a disposizione degli appassionati dei beni culturali milioni di immagini e di informazioni sul patrimonio artistico, librario e documentaristico delle diocesi nostrane. Infine, il 15 dicembre, ore 16, si parlerà de “L'Appendice al Dizionario storico biografico del Lazio. L'avvio della banca dati”, che farà un primo bilancio sull'avvio del sito internet dedicato alla provincia di Viterbo per il Dizionario storico biografico: in tal sede, verrà introdotto il secondo anno di ricerca e di implementazione dei dati.