Notizie
Categorie: Altri sport

A1 - Il derby è biancoceleste: Lazio di misura sulla Roma Vis Nova

In un Foro Italico pieno come non accadeva da anni, la Roma Vis Nova affonda di misura a 2' dalla fine



S.S. LAZIO NUOTO-ROMA VIS NOVA 10-9

LAZIO NUOTO Radic Z. , Ferrante M. , Colosimo F. , De Vena W. , Santos Da Costa E Silva F. 1, Di Rocco L. 3, Giorgi D. 2, Cannella G. , Leporale M. , Lapenna F. 1, Maddaluno R. 3, Mele A. , Vespa L. ALLENATORE Formiconi

ROMA VIS NOVA Bonito M. , De Oliveira Crivella J. 1, Murro D. 1, Pappacena S. 1, Bezic R. 1, Oneto Gomes B. 1, Spinelli A. , Innocenzi C. 1, Vitola F. , Calcaterra A. , Mandolini J. 1, Del Basso M. 2, Nicosia G. ALLENATORE Ciocchetti


La Lazio vince il derby contro la Roma Vis Nova 10-9 nella dodicesima  giornata di campionato di serie A1 in un Foro Italico stracolmo di tifosi. Mille supporters hanno assistito a questa stracittadina che ha vissuto dei momenti veramente emozionanti. La maggior parte di fede biancoceleste che hanno colorato le tribune e sostenuto la squadra per tutta la partita con cori. Gli uomini di Pierluigi Formiconi hanno combattuto dal primo all'ultimo secondo trovando il gol vincente con Raffaele Maddaluno a due minuti dalla fine.  Le aquile acquatiche hanno voluto di più il successo in una partita estremamente equilibrata che ha visto la Lazio soffrire nella prima parte e rimontare nel secondo tempo in novanta secondi dal 4-6 al 7-6 con Maddaluno e Giorgi in grande spolvero (rispettivamente tre gol come Di Rocco e due gol in partita). Nel terzo quarto i biancocelesti aumentano il vantaggio di due reti grazie ad un gol straordinario di Lapenna sulla sirena con una girata da quasi dieci metri (9-7). Nell'ultimo quarto il Vis Nova con un avvio intraprendente riesce a tornare in parità  (9-9) grazie ad una doppieta di Del Basso, per i biancocelesti escono per limite di falli Colosimo, Charuto e di Rocco (Cannella out per lo stesso motivo nel terzo quarto) ma è il gol di Maddaluno a regalare tre punti importanti ai biancocelesti che salgono a quota otto in classifica raccogliendo il secondo successo in campionato dopo quello contro il Sori del 10 ottobre sempre al Foro Italico. A fine partita è estasi pura con i tifosi che sono andati ad abbracciare i loro beniamini chiedendogli l'autografo.

L'esultanza della Lazio al fischio finale

Il tecnico Pierluigi Formiconi: "Sono contento che c'erano tanti giovani aquilotti in tribuna ad assistere alla partita. Non ho mai firmato tanti autografi neanche quando ho vinto l'Olimpiade. Sull'8-6 eravamo in doppia superiorità numerica, potevamo chiudere la gara ma non siamo stati cinici e ils Nova è rientrato in partita. Loro pensavano di batterci perchè eravamo reduci da qualche sconfitta immeritata, non è stato così, sarà per il prossimo anno. Sono sempre stato un guerriero”.

Raffaele Maddaluno "La cosa più importante era vincere, non era facile sia per la nostra classifica sia per i risultati del Vis Nova. Era importante questa vittoria per lo spirito ora possiamo lavorare serenamente durante la pausa. E' stata una bella partita, non empre capita un pubblico così ci godiamo una bella vittoria. All'inizio eravamo un po' contratti per via delle partite precedenti che sonos tate molto dure. La responsabilità delle prime partite era di tutti, ci dispiace per Vittorioso che ha pagato per tutti a causa dellle nostre sconfitte all'inizio, ora dobbiamo vincere a Trieste per chiudere in maniera meno dolorosa il girone d'andata"