Notizie
Categorie: Altri sport

A1 - La Roma Vis Nova va ko a Savona e saluta la massima serie

I liguri si impongono in casa per 11-9: dopo la promozione della passata stagione i capitolini retrocedono



CARISA SAVONA-ROMA VIS NOVA 11-9 

CARISA RARI NANTES SAVONA Antona S. , Alesiani J. 2, Damonte L. 3, Colombo J. 1, Ghibaudo , Giunta , Mistrangelo F. 1, Fulcheris L. 1, Bianco G. , Tomasic M. 1, Agostini A. 1, Fiorentini Jovanovic G. 1, Zerilli N.ALLENATORE Angelini 

ROMA VIS NOVA Bonito M. , Pappacena S. , Murro D. 1, Mirarchi C. 2, Banovac I. 3, Parisi M. , Spinelli A. 1, Innocenzi C. 2, Vitola F. , Rigo M. , Cuccovillo N ALLENATORE Ruffelli 

ARBITRI Centineo e Lo Dico

NOTE Spettatori 200 circa. Espulsi per reciproche scorrettezze Bianco (S) e Parisi (R) nel terzo tempo. Ammonito Angelini (all. S) nel terzo tempo.Superiorità numeriche: Savona 2/6, Roma 5/9.

Cuccovillo (Roma Vis Nova)La Carisa Rari Nantes Savona e la matematica condannano una Roma Vis Nova orgogliosa e mai doma. La formazione giallorossa esce sconfitta per 11-9 alla “Zanelli” di Savona nel match valevole per laventesima giornata di Serie A1 maschile, e con due turni d’anticipo è costretta ad arrendersi alla matematica retrocessione in A2. Il sette capitolino ha tenuto testa per l’intera gara alla formazione di Alberto Angelini, uscendo sconfitta coi parziali di 1-2, 3-1, 6-3 e 1-3. Le reti giallorosse portano le firme di Banovac (tripletta), Innocenzi (2), Mirarchi (2), Spinelli e Murro. Dopo la sosta della prossima settimana, la Vis terminerà il campionato ospitando il Brescia al Foro Italico Sabato 11 Aprile e chiuderà la sua prima esperienza nella massima serie nazionale a Posillipo nella trasferta del 18 Aprile. Le dichiarazioni di Daniele Ruffelli al termine del match: “Anche oggi abbiamo dimostrato grande voglia e volontà. Una partita giocata fino all'ultimo secondo in casa della quinta forza del campionato. Nulla da rimproverare a questi ragazzi. Abbiamo fatto un primo tempo ottimo, giocando bene in difesa e passando in vantaggio di due reti. Nel secondo quarto il Savona è tornato in partita e ci siamo innervositi, per questo motivo abbiamo preso dei gol dietro con qualche errore individuale, poi è andata avanti fino alla fine ma noi siamo stati sempre in partita. Delusione per la retrocessione? A questi ragazzi vanno tributati solo applausi”