Notizie
Categorie: Altri sport

A1 - Per la Lazio bivio stagionale domani a Firenze

Contro la Florentia i biancocelesti vogliono tornare a vincere. Dopo i danni subiti a Como anche la beffa delle squalifiche, ma i capitolini ci credono



Capitan Vittorioso (foto Napolitano)La Lazio Nuoto non molla. Nonostante la sconfitta con seguente coda polemica di Como e la serie di squalifiche che rischiano di pesare ulteriormente sul cammino dei biancocelesti in un momento chiave della stagione (Formiconi e il team manager Loreto inibiti fino al 16 marzo, Africano fermato per una giornata), i capitolini si preparano ad affrontare la trasferta toscana con rinnovata convinzione. Per la 17^ giornata del campionato A1 di pallanuoto la Lazio si tufferà, domani alle ore 18, nella piscina Nannini per affrontare la Florentia, fanalino di coda della classifica anche se apparsa in ripresa nelle ultime uscite almeno rispetto al complicato avvio di stagione. Per continuare a cullare l’ambizione di entrare a far parte delle otto squadre che disputeranno i play off, le aquile hanno solo un risultato:  tornare alla vittoria che manca da dicembre. Vincere, tra l’altro, consentirebbe di mettere quasi definitivamente la parola fine sul discorso salvezza: la formazione di Vannini è ferma a 4 punti, poi c’è il Vis Nova a 6 e la Lazio che ha un vantaggio di 7 lunghezze, trovandosi a quota 13 e il derby da giocare fra le mura amiche (mercoledì 11 ore 19.30). Un bottino da valorizzare in questo finale di stagione, a partire da domani quando in panchina siederà il tecnico delle giovanili Daniele Cianfriglia a cui sarà offerto il contributo della squadra che capitan Vittorioso ha tenuto a rapporto, proprio alla vigilia di questa delicata sfida. 


Vota Antonio “Era giusto che facessimo una chiacchierata tra noi giocatori, un modo per ricompattarci, fare Cianfriglia (foto Napolitano)ulteriormente gruppo anche perché adesso arrivano una serie di partite importanti – spiega Antonio Vittorioso capitano della Lazio Nuoto che aggiunge - noi giocatori siamo al di fuori di ogni dinamica extra-campo, siamo noi che scendiamo in acqua, ho avuto risposte positive dai miei compagni, andiamo tutti nella stessa direzione e c’è il massimo impegno. Il periodo senza partite non ci ha aiutato, la rabbia di Como deve essere trasformata in grinta nella partita di domani, dobbiamo essere superiori anche agli arbitri, non voglio dire che ci penalizzino sempre ma che in molti casi non capiscono le dinamiche di gioco. Nessuno di noi guarda dietro, l’obbiettivo è ripetere il filotto di partite dell’andata, la tranquillità di classifica non sempre è un vantaggio, gli stimoli sono fondamentali ma domani andiamo a Firenze per vincere e basta”. Sarà un leone in gabbia, Pierluigi Formiconi allenatore Lazio Nuoto, costretto sulle tribune dell’impianto fiorentino ma convinto che anche senza di lui la squadra saprà rispondere adeguatamente: “Como brucia ancora, abbiamo rivisto la partita e le immagini giustificano la nostra rabbia. Dobbiamo comunque voltare pagina, la mia assenza peserà ma la squadra è preparata, abbiamo giocatori di esperienza, sanno quello che devono fare. La Florentia non è più quella dell’andata, è cresciuta molto. Vedo i ragazzi arrabbiati ma allo stesso tempo concentrati, sono convinto che reagiranno in piscina dando del loro meglio. Le partite difficili le abbiamo superate, ora di fronte ci sono squadre che possiamo e dobbiamo battere. Stasera nella rifinitura avrò al mio fianco Cianfriglia che seguirà ancor più da vicino il nostro lavoro e parteciperà alla riunione tecnica. Siamo una squadra, vogliamo dimostrarlo”.