Notizie
Categorie: Altri sport

A1 - Roma Vis Nova a testa alta contro Brescia

La formazione di Ciocchetti viene sconfitta in casa dai lombardi, giocando però un ottimo incontro



ROMA VIS NOVA  - BRESCIA 9-11

ROMA VIS NOVA Bonito, Carchiolo, Crivella, Pappacena, Bezic 4, B. Gomes 1, Spinelli, Innocenzi, Vitola 1, Calcaterra 3, Murro, Del Basso, Nicosia ALLENATORE Ciocchetti

BRESCIA Del Lungo, Guerrato, C. Presciutti 3, Randelovic, Rios Molina 1, Rizzo 2 (1 rig.), Damonte 2, Nora, N. Presciutti, Bertoli 1, Ubovic, Napolitano 2, Dian ALLENATORE Bovo


Nicosia (foto ©Pucci)La Vis che non ti aspetti, o forse si viste le ultime tre vittorie. La Roma Vis Nova viene sconfitta dal Brescia per 11-9 nella settima giornata del campionato di serie A1, ma tiene testa alla capolista grazie a una prova corale di livello. Sarebbe dovuta esser la gara di David contro Golia e invece la squadra di Ciochetti ha mostrato carattere, voglia e una grande determinazione. Quelle contro la squadra lombarda, che ha qualità, spessore e un grande nuoto, sono partite delicate, in cui è facile andar sotto di tante reti e invece i romani sono venuti fuori con orgoglio soprattutto nel terzo e quarto tempo. Roma ha finito il match in crescendo grazie alle reti di Calcaterra e ancora una volta a Bezic, autore di un poker. Dopo i primi due tempi, in cui Brescia ha suonato a proprio piacimento lo spartito, Roma ha reagito nel terzo, da 4-9 è arrivata al 7-10, continuando a giocare e segnare fino al 9-11 finale.“Possiamo ritenerci soddisfatti – afferma il tecnico Cristiano Ciocchetti -. Se avessimo giocato in altra maniera ci avrebbero subissato di reti. Bravi i ragazzi a tenere e a nuotare molto, abbiamo fatto un buon lavoro in vista dell'impegno con Trieste, la squadra sta crescendo, il gruppo si sta amalgamando sempre di più. La strada è quella giusta”.“Abbiamo messo cuore e carattere in acqua – afferma Rene Bezic -. Volevamo dimostrare il nostro valore, è stato un lavoro di squadra, lavoriamo bene durante la settimana. Non era facile contro una grande squadra. Ora andremo a Trieste per far bene, complimenti a Nicosia, lui protagonista, il merito di questa nostra prestazione è al 50% suo”.Il migliore in campo, il portiere Gianmarco Nicosia, classe 1998, all'esordio. “All'inizio ero timoroso e avevo paura di sbagliare, poi sono cresciuto con il passare dei minuti, ho avuto la consapevolezza di quello stavo facendo. Lavoro in settimana per arrivare a questo livello, ho dato una mano alla squadra e spero ci saranno altre occasioni. In tribuna c'era Campagna, sono contento mi abbia visto, voglio arrivare in alto”.