Notizie
Categorie: Altri sport

A1 - Roma Vis Nova, che batosta a Napoli! Finisce 16-9

Ancora una sconfitta per i giallorossi di Cristiano Ciocchetti, che restano sul fondo della classifica



CIRCOLO CANOTTIERI NAPOLI - ROMA VIS NOVA 16-9

CIRCOLO CANOTTIERI NAPOLI Turiello P. , Buonocore F. , Di Costanzo L. 2, Migliaccio M. , Brguljan D. 3 (1 rig.), Borrelli B. 3, Mattiello G. , Campopiano E. 2, Maccioni A. 2, Baviera G. 1, Baraldi F. 2, Esposito U. 1, Vassallo G.ALLENATORE Zizza

ROMA VIS NOVA Bonito M. , Carchiolo V. , De Oliveira Crivella J. 2, Pappacena S. 1, Bezic R. 1, Oneto Gomes B. , Spinelli A. , Innocenzi C. , Vitola F. , Calcaterra A. 1, Mandolini J. 2, Del Basso M. 2, Nicosia G ALLENATORE Ciocchetti 

ARBITRI Castagnola e Savarese

Un'azione di gioco (foto Pucci)La Roma Vis Nova che non ti aspetti viene sconfitta ancora una volta a Napoli, stavolta dalla squadra di Zizza con un sonoro 16-9. Nella terza giornata del girone d'andata la compagine capitolina non è mai riuscita ad entrare in partita, lasciando l'iniziativa al  Napoli, che ha suonato lo spartito a proprio piacimento dall'inizio alla fine. Dopo due tempi la partita era praticamente chiusa, emblematico l'8-2, purtroppo si deve registrare un passo indietro rispetto al match di sette giorni fa con la Sport Management. Solo nel terzo tempo si è avuta la reazione dei leoni, da segnalare le due reti di Bernardo Gomes e di Jacopo Mandolini.Ci sarà tempo per recuperare e per cancellare lo 0 in classifica, il campionato si fermerà una settimana per l'impegno della nazionale in World League. Si riprenderà sabato 24 ottobre con Roma Vis Nova – Ortigia, dove servirà assolutamente trovare la vittoria.


Approccio Il tecnico Cristiano Ciocchetti commenta così la gara. “Purtroppo abbiamo sbagliato l'approccio alla gara, facendo sempre molta difficoltà, quando le partite si mettono in questa maniera è difficile venirne fuori. Dobbiamo ripartire e non abbatterci, rimango fiducioso per la stagione, abbiamo una buona squadra. Ora toccherà resettare tutto e ripartire, ci aspetteranno due settimane intense di lavoro”.