Notizie
Categorie: Altri sport

A1 - Roma Vis Nova: vittoria di misura sulla Florentia

La formazione capitolina concede il bis, andando a vincere a Firenze per 10-9 nella quinta giornata del girone d'andata



RARI NANTES FLORENTIA - ROMA VIS NOVA 9-10

FLORENTIA Mugelli L. , Colombo , Generini G. , Dani L. , Panerai F. , Vasic D. 3, Brancatello C. 1, Bruni L. 3, Oneto Gomes G. , Gobbi L. , Astarita M. 2, Panerai L. , Cicali M ALLENATORE Vannini

ROMA VIS NOVA Bonito M. , Carchiolo V. , Murro D. 1, Pappacena S. , Bezic R. 3, Oneto Gomes B. , Spinelli A. , Innocenzi C. 1, Vitola F. , Calcaterra A. 2, Mandolini J. 3, Del Basso M. , Nicosia G. ALLENATORE Ciocchetti

ARBITRI Pinato e Taccini

Rene Bezic (foto ©Pucci)Dopo la bella vittoria contro l'Ortigia, la Roma Vis Nova si concede il bis, andando a vincere a Firenze per 10-9 nella quinta giornata del girone d'andata grazie a una prestazione corale di grande concretezza e spessore. Gli uomini di Ciocchetti colgono contro la Florentia altri tre punti d'oro per la corsa verso la salvezza, soprattutto perchè ottenuti in trasferta di rimonta contro una diretta concorrente.


Terzo tempo superiore I romani non hanno iniziato nella miglior maniera andando sotto nel primo e secondo tempo. Poi nel terzo la svolta, come un diesel la Vis ha macinato gioco e rimontato grazie alle reti di Mandolini, Bezic (triplette) e Calcaterra. Poi nel quarto ha tenuto botta sul ritorno della Florentia con Bruni e Vasic. Ancora da rivedere qualche situazione con l'uomo in più, ma l'importante era tornare a Roma con il bottino pieno, soprattutto in vista della prossima sfida che si giocherà al Foro Italico alle ore 20.25 contro Savona, martedì 3 novembre.


Il commento del tecnico Cristiano Ciocchetti “Era molto importante vincere per la classifica, non è stato semplice espugnare la “Nannini”, la Florentia gioca molto bene, nuota tanto, è un successo che vale doppio. E' stata una bella partita, abbiamo giocato bene, a parte i primi due tempi, dove siamo andati sotto di tre reti. Poi siamo stati perfetti nel terzo, andando sul +3. Nel quarto abbiamo avuto la possibilità di chiudere, ma non l'abbiamo fatto, permettendo a loro di rifarsi sotto”.