Notizie
Categorie: Altri sport

A1 - Una buona Lazio non basta, vince il Savona

I biancocelesti perdono 9-7. Dopo un buon primo quarto, le aquile si fanno rimontare nel secondo e poi non riescono più a recuperare



Presentazione del matchCARISA R.N. SAVONA-S.S. LAZIO NUOTO 9-7
CARISA R.N. SAVONA  Antona S. , Alesiani J. 1, Pesenti M. , Colombo J. 1, Bianco L. 1, Cesini D. 2, Mistrangelo F. 1, Milakovic K. 2, Bianco G. 1, Piombo , Mensi E. , Sadovyy O. , Zerilli N. ALLENATORE Angelini
S.S. LAZIO NUOTO Radic Z. , Ferrante M. , Colosimo F. , De Vena W. , Santos Da Costa E Silva F. 1, Di Rocco L. , Giorgi D. 3, Cannella G. 1, Leporale M. 1, Lapenna F. 1, Maddaluno R. , Mele A. , Vespa L. ALLENATORE Formiconi
ARBITRI Gomez e Pascucci
NOTE Parziali 1-3 4-0 1-1 3-3 Spettatori 300 circa. Di Rocco (Lazio) ha colpito la traversa su tiro di rigore. Uscito per limite di falli nel quarto tempo L. Bianco (RN Savona). Superiorità numeriche: RN Savona 4/11 e Lazio 2/8 + 1 rigore

L'effetto Pierluigi Formiconi non basta. Il ritorno in panchina del mister biancoceleste, nonostante una buona prestazione, coincide infatti con una sconfitta. A Savona, la Lazio perde 9-7 nell'11^giornata di campionato di serie A1,  ma le aquile acquatiche avevano iniziato bene la gara dominando il primo quarto (1-3). La squadra gioca compatta, poi qualcosa va storto. Di Rocco tira sulla traversa il rigore del possibile +3 e nel secondo tempo la Lazio si fa rimontare subendo quattro gol di fila (5-3). Nell'altra metà della gara i liguri difendono il vantaggio, con i biancocelesti comunque bravi a mantenere viva la partita accorciando più volte le distanze. A pesare ancora una volta è la scarsa vena realizzativa sopratutto con l'uomo in più. La Lazio resta terzultima in classifica con 5 punti, alle sue spalle ci sono la Florentia (4) e il Sori (3), entrambe sconfitte rispettivamente dal Bogliasco e dalla Roma Vis Nova.  In evidenza per i biancocelesti Daniele Giorgi, autore di tre gol.
LA PARTITA La Lazio approccia alla gara con grande personalità e dopo ventisette secondi va in vantaggio con Charuto (0-1). La risposta di Milakovic non sembra destare ripercussioni sulla testa degli uomini di Formiconi che rimangono compatti e in meno di un paio di minuti tentano l'affondo grazie ad una doppietta di Giorgi (1-3). Poi Di Rocco sbaglia il rigore e il secondo quarto diventa un monologo savonese: Mistrangelo, Bianco e due volte Cesini puniscono la Lazio che termina sotto 5-3 prima dell'intervallo lungo. Molto equilibrato il terzo quarto, i biancocelesti accorciano le distanze con Lapenna, ma proprio sulla sirena il Savona riesce a riportarsi sul +2 grazie ad un gol di Bianco in superiorità numerica (6-4). L'ultimo quarto segue le orme del terzo con la Lazio che va in gol e il Savona che risponde. La rete di Leporale e quella di Giorgi sono prontamente  ribattute dai gol di Alesiani e di Colombo. Milakovic porta addirittura il punteggio sul 9-6 a due minuti dalla fine. Di Cannella, la rete che sigilla il risultato sul 9-7.
LE INTERVISTE  E' ottimista a fine partita il tecnico della Lazio Pierluigi Formiconi: "La squadra ha giocato, abbiamo sbagliato il rigore sul 3 a 1, poi un po’ di errori sotto porta, sono comunque soddisfatto di quanto visto, non pensavo subito una risposta così, l’impegno c’è stato e ora dobbiamo lavorare. Adesso abbiamo il derby, prepareremo la sfida al meglio per provare a fare risultato".Amareggiato, invece, il portiere della Lazio Nuoto, Zdravko Radic: "Abbiamo chiuso il primo tempo in vantaggio poi c'è stato un piccolo scivolone. Anche alcuni episodi non ci hanno aiutato e loro sono rientrati. Ce la siamo giocata fino alla fine, ma non abbastanza per vincere, manca un po’ di entusiasmo e fortuna. Basterebbe veramente poco, però guardiamo avanti alla Vis Nova. Ci sono sei giorni per preparare al meglio questo sfida. Io sono convinto che a parte Brescia e Recco possiamo giocarcela con chiunque ma dobbiamo migliorare soprattutto con l'uomo in più in attacco". Venerdì prossimo - 11 dicembre - alle 19 andrà in scena il derby con la Roma Vis Nova che segnerà l'ultimo appuntamento del 2015: vincerlo sarebbe di fondamentale importanza, anche per regalare un sorriso ai tifosi pronti a riempire la piscina del Foro Italico. Per questo i ragazzi di Formiconi lavoreranno senza sosta: previsto un allenamento anche l'8 dicembre.