Notizie

Acc. Calcio Roma, Di Claudio: "Noi neopromossi, ma ce la metteremo tutta"

Le parole del nuovo allenatore del gruppo 2000: "Dovremo impegnarci tanto e servirà umiltà"



Accademia Calcio Roma foto ©FacebookA poco più di una settimana dall’inizio del campionato, mister Di Claudio, allenatore dell’Accademia Calcio Roma, traccia una panoramica generale per quel che riguarda la nuova stagione che sta per cominciare, partendo dal gruppo che gli è stato affidato: “La squadra l’anno scorso ha vinto il campionato regionale con dei numeri abbastanza importanti, ma il campionato che andremo ad affrontare quest’anno è totalmente differente. Come neopromossa dovremo impegnarci di più per fare una bella figura, la competizione non ci spaventa, saremo umili al punto giusto ma sul campo ci batteremo con tutte le altre formazioni”. La preparazione è quasi terminata, questi sono gli ultimi giorni di lavoro prima dell’esordio casalingo contro il Vigili Urbani: “Con i ragazzi stiamo lavorando sotto tutti i punti di vista, ma soprattutto sull’aspetto tecnico, che per i ragazzi di quest’età reputo sia il più importante. Dico questo perché il gesto tecnico è l’essenza del calcio, senza il quale si assisterebbe a partite brutte e noiose. Poi è ovvio che non bisogna trascurare parte atletica e tattica”. Ha le idee chiare mister Di Claudio sulla sua filosofia di gioco e su quello che vorrebbe vedere dai suoi ragazzi in campo: “Prediligo un gioco fatto di possesso di palla, un gioco ragionato e manovrato e che aiuti tutti i giocatori in campo a capire in ogni momento quello che sta succedendo. Non amo quel gioco fatto esclusivamente di lanci lunghi”. Il girone in cui è capitata l’Accademia Calcio Roma è molto difficile, il livello è alto e l’obiettivo del tecnico non è di arrivare per forza tra le prime, ma quello di puntare sulla crescita del gruppo: “Il nostro obiettivo, da neopromossa, sarà quello di fare un campionato tranquillo, scendendo in campo sotto il profilo tecnico e tattico consapevoli delle nostre forze e di quello che stiamo facendo. Inoltre, essendo una categoria di Fascia B ci interesseremo molto della crescita dei giocatori, perché il concetto di andare in campo e sapere quello che fanno i ragazzi per noi è molto importante”.