Notizie
Categorie: Dilettanti

Accademia Calcio Roma, la parola a capitan Mancini

Emiliano Mancini ci racconta di come Alessandro Maffei abbia portato una ventata d'aria fresca nello spogliatoio ed afferma: "Il futuro è roseo"



Emiliano ManciniContro la Luiss non sarà arrivata la vittoria ma sicuramente c’è stata una reazione da parte dei ragazzi dell’Accademia Calcio Roma, i quali hanno fermato la striscia negativa di quattro sconfitte consecutive andando a cogliere un bel pari in casa degli avversari. Emiliano Mancini, capitano della squadra di via di Settebagni, ci racconta come l’avvicendamento sulla panchina tra Claudio Li Vigni ed Alessandro Maffei abbia portato una ventata d’aria fresca nello spogliatoio: “Sin dalla settimana scorsa, in seguito alla decisione di mettere Maffei sulla nostra panchina, è ritornato un certo ottimismo in squadra dopo che quella serie di brutti risultati aveva buttato giù il morale dei calciatori. Ogni volta che si ha un cambio di allenatore c’è una sorta di reset mentale da parte di un giocatore, tutti quanti sono costretti a rimettersi ingioco e ciò non può che essere uno stimolo. Il mister è giovane, preparato, ed ora si respira aria nuova”. Sui motivi del perché la società abbia deciso di cambiare la guida della prima squadra, il capitano ci dice la sua: “L’ultimo periodo sicuramente infelice per il gruppo è stato contrassegnato da una serie di episodi sfortunati che - specialmente ad una squadra giovane come la nostra che ogni tanto pecca in personalità - hanno minato la fiducia dei giocatori, serviva quindi più che un cambio sotto l’aspetto tecnico un vero e proprio riazzeramento di tutto quanto. Rimango convinto che siano i giocatori a fare ladifferenza e che la testa sia la cosa più importante, ed ora dopo questo avvicendamento giocatori che prima rendevano al 50-60 per cento ora danno il 100 per cento. Si sono tutti rimessi in riga”. Si chiude parlando del futuro: “L’Accademia Calcio Roma è una società sana,  gestita da persone che stanno da molto tempo nel mondo del calcio, il settore giovanile migliora a vista d’occhio ed abbiamo un’ottima Juniores composta da ragazzi che possono tranquillamente giocare in serie importanti come l’Eccellenza ma anche la Serie D. Per quanto riguarda la prima squadra cercheremo di chiudere il campionato in maniera dignitosa, l’attuale classifica non rispecchia assolutamente il nostro reale valore, valiamo secondo me il quarto posto. E con l’arrivo in panchina di Alessandro Maffei, unito alle credenziali di cui ho detto prima, il futuro non può non essere che roseo”.