Notizie

Accademia - Certosa: sfida tra matricole terribili. Parlano i tecnici

Faccia a faccia tra la mina vagante e la rivelazione assoluta del campionato. Maffei: "Non facciamo drammi, siamo pronti a ripartire". Torretti: "Il titolo? Ci crediamo, da qui alla fine puntiamo a vincerle tutte"



Image titleMai come ora si prenderanno la scena. Per una volta, infatti, i colossi del calcio giovanile staranno a guardare con Certosa e Accademia Calcio Roma pronte ad infiammare una vera e propria sfida tra matricole. La prima è la rivelazione assoluta di stagione, capace di bruciare le tappe sino a sistemarsi lassù, ad una manciata di punti dalla Tor Tre Teste. L'altra è la mina vagante, costruita per dominare nei Regionali ma catapultata dal forfait della Roma in un girone Elite in cui ha dato del filo da torcere a formazioni ben più rodate.

Vecchie ferite Certosa e Accademia arrivano a questa partita con un obiettivo in comune: cancellare un ko pesante. Torretti e i suoi devono dimostrare di essersi lasciati alle spalle la disfatta di via Candiani con il match di sabato che dunque rappresenterà quel banco di prova che il Villanova, per motivi di classifica, da solo non poteva essere: “Dopo la Tor Tre Teste sono più carico che mai – ci confessa il tecnico dei viola – da qui alla fine vogliamo vincere tutte le partite perchè crediamo ancora di poter conquistare il campionato”. Ben più fresca la ferita in casa Accademia che contro Tirillò e i suoi hanno perso l'occasione per rilanciarsi nelle zone calde della classifica: “Per i primi quaranta minuti c'è stata una prestazione importante – afferma Maffei circa la sfida con il Tor di Quinto – poi siamo stati puniti su tre ingenuità individuali. Ora lavoreremo sulla testa dei singoli e sulla voglia di reagire perchè non possiamo permetterci di regalare un tempo agli avversari. Contro il Certosa, sicuramente, ci vorrà più concentrazione rispetto a quanta ce ne sia stata nelle ultime partite”.

Alessandro MaffeiOpposti a confronto Sul campo, Torretti e Maffei sono agli antipodi. I viola sono squadra aggressiva, raccolta ma sempre pronta a catapultarsi in avanti sfruttando le sfuriate di due esterni come Conti e Origlia. Proprio su quest'ultimo Maffei punta le luci dei riflettori: “Loro giocano sull'avversario, ti aspettano e quando ripartono sanno essere devastanti perchè hanno la fortuna di avere in rosa giocatori che stanno disputando una grande stagione. Uno su tutti è sicuramente Origlia, a cui faccio i complimenti, che al momento credo sia uno di quei giocatori che tutti vorrebbero”. Di contro l'Accademia è squadra votata alla costruzione della manovra attraverso il fraseggio palla a terra. Un gioco che, come ricorda lo stesso Torretti, già all'andata creò al Certosa non pochi problemi: “Sabato non sarà facile, Maffei è un ottimo tecnico tant'è che dal punto di vista del gioco sono a livello delle formazioni di testa. All'andata ci hanno messo in difficoltà e dopo il Tor di Quinto vorranno sicuramente tornare alla vittoria”. A spostare l'ago della bilancia ci potrebbe però essere l'umore con cui le due squadre arriveranno alla partita. L'Accademia dal punto di vista dei risultati, sta stentando anche se lo stesso Maffei non ha dubbi: “Un mese fa eravamo quarti e predicavo calma. Ora, dopo che i ragazzi stanno facendo bene ma non arrivano i risultati, dobbiamo avere la stessa calma. Nel calcio giovanile non c'è mai equilibrio ma io ho fiducia, la mia squadra la difendo e me la tengo stretta”.

Stefano TorrettiFuturo Recentemente, per un motivo o per l'altro, entrambi i tecnici hanno fatto parlar di sé per via di alcune scelte circa il loro futuro. Torretti, dopo il passo indietro di Laureti, anticiperà infatti i tempi prendendo già da quest'anno gli Allievi Elite, categoria che allenerà la prossima stagione con i suoi '99: “Ho accettato perchè è un gruppo che ho avuto per due anni e poi – ci rivela sorridendo – per l'anno prossimo sarà importante mantenere l'Elite con gli Allievi”. Se Torretti si rivela quindi sempre più uomo società, su Maffei al contrario si sono susseguite diverse voci circa un suo imminente addio all'Accademia Calcio Roma. Tra tutte, quella che circolava con maggiore insistenza lo vedeva già diretto in via della Pisana, sulla panchina dell'Urbetevere. Lo stesso tecnico però commenta così: “Le ultime valige che ho fatto sono quelle che ho preparato meno di un mese fa per andare in viaggio di nozze – ci dice con il sorriso Maffei - La prossima che farò? Quella per andare in vacanza questa estate se ci riesco. Comunque sia, chiedete a Ortenzi il mio futuro, io so solo che mi concentrerò sui miei ragazzi sino al triplice fischio dell'ultima partita di questo campionato”.