Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Acqua&Sapone ko: passa il Pescara

Terza finale stagionale per la squadra di Fulvio Colini: gli abruzzesi torneranno a giocarsi il tricolore dopo quattro stagioni.



l PalaRigopiano di Pescara (Foto © CASSELLA-DI LORETO/Divisione Calcio a cinque)PESCARA-ACQUA&SAPONE EMMEGROSS 7-3 (4-1 p.t.)

MARCATORI  0'57’’ p.t. Rescia (P), 2’ PC (P), 6’44’’ e 12’24’’ Rescia (P), 14’47’’ aut. Morgado (P), 13’09’’ s.t. Cavinato (A), 16’53’’ Canal (P), 18’05’’ Rescia (P), 18’48’’ PC (P), 19’23’’ De Oliveira (A)

PESCARA Capuozzo, PC, Rescia, Canal, Morgado, Leggiero, Caputo, Dambrosio, Nicolodi, Ferri, Chiavaroli, Tatonetti. Allenatore Colini (squalificato, in panchina Pizzoli)

ACQUA&SAPONE EMMEGROSS Mammarella, Cavinato, Calderolli, Caetano, Murilo, Mongelli, Cuzzolino, De Oliveira, Coco Schmitt, Schiochet, Baiocchi, Trusgnach. Allenatore Bellarte

AMMONITI Capuozzo (P), Rescia (P), Coco Schmitt (A), Caputo (P), Morgado (P), PC (P)

ARBITRI Nicola Maria Manzione (Salerno), Andrea Sabatini (Bologna), Lorenzo Cursi (Jesi) CRONO: Marco Messina (Vasto)

TRIONFO PESCARA Il derby del PalaRigopiano ha emesso il suo verdetto: Pescara in finale, Acqua&Sapone Emmegross eliminata. Terza finale stagionale per la squadra di Fulvio Colini: gli abruzzesi torneranno a giocarsi il tricolore dopo quattro stagioni. Nel Pescara mancano gli squalificati Ercolessi, Rogerio e Salas (oltre al tecnico Colini), nell’Acqua&Sapone fuori per lo stesso motivo Leitao e Monfealcone. L’avvio dei padroni di casa è impressionante: dopo 57 secondi, Calderolli tenta una giocata rischiosa e perde palla, combinazione tra Canal e Rescia con l’argentino che fa centro di sinistro. Di secondi ne passano altri 63 e arriva anche il raddoppio: PC da sinistra, mette in mezzo per Rescia, anticipato da Murilo. Il pallone resta lì e lo stesso PC è lestissimo a mettere in rete. L’Acqua&Sapone non reagisce, anzi, al 6’44’’ arriva addirittura il terzo gol del Pescara: Canal impegna Mammarella, che respinge, lo stesso ex Luparense rimette il pallone al centro, con Calderolli che commette il secondo errore della serata facendosi togliere il pallone da Rescia, che con un tocco sotto mette dentro. Sfiora anche il poker, la squadra biancazzurra, ma Morgado colpisce il palo interno. Poker che arriva comunque poco dopo, ancora con uno scatenato Rescia, ex di turno che di destro fulmina Mammarella. Bellarte schiera Coco Schmitt portiere di movimento: Calderolli colpisce la traversa, poco dopo arriva l’autorete di Morgado propiziata da un tiro di Coco Schmitt finito sul palo. I nerazzurri si scuotono, con Calderolli che centra un altro palo. Nella ripresa, ancora un palo per l’Acqua&Sapone con Coco Schmitt (che nel frattempo aveva “ceduto” la maglia del portiere di movimento a Caetano e successivamente a Murilo) e tante altre occasioni per gli ospiti, che però non riescono a pungere. Il 4-2 arriva comunque al 13’09’’, in circostanze fortuite: sinistro di Cuzzolino, rimpallo sul piede di De Oliveira, zampata di Cavinato. Il Pescara arretra, ma a chiudere di fatto i conti è un sinistro di Canal con la porta vuota, dopo un pallone recuperato da Caputo. Arrivano altri due gol dei padroni di casa: prima con Rescia (che riprende un pallone calciato da Nicolodi e respinto dal palo, decimo centro nei playoff per l’argentino), poi con un gran sinistro da lontanissimo di PC. Inutile il 7-3 finale di De Oliveira.