Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Al "Montorli" finisce a reti bianche: pari tra Bovillense e Perconti

La compagine di mister Bellinati torna a casa con uno 0-0



BOVILLENSE-VIGOR PERCONTI  0-0  
BOVILLENSE
: Del Zio, Mizzoni, Mercuri, Paolucci, Fabrizi (25’st Gemmiti), Diagné, Carfora, Strangolagalli, Mandarelli (7’st Marciano), Lucchetti (15’pt Cocco), Israel PANCHINA Rea, Nardozzi, Riccio, Politi ALLENATORE Casinelli
VIGOR PERCONTI: Scalabrin, Falessi, Forte, Di Paolo, Perfili, Graziani (16’st Lisari), Luce (5’st Amici), Sambruni (32’st Iemma), Caverni, Di Bari, Moro .PANCHINA Dimasi, Usai, Provaroni, Bonaventura ALLENATORE Bellinati
ARBITRO: Cherchi di Latina
ASSISTENTI: Raganelli di Roma1 e Palmigiano di Ostia
NOTE: Spettatori 100 circa. Espulsi: Strangolagalli (B) al 3’pt e Forte (V) al 14’st per gioco scorretto. Ammoniti: Sambruni, Moro, Lisari. Angoli: 7-4. Recupero: 0’pt; 2’st

Bellinati, tecnico della PercontiLa baby Perconti di Coppa strappa il secondo pareggio in altrettanti confronti in terra ciociara in questa competizione, bloccando i padroni di casa della Bovillense sullo 0-0 al “Montorli”. Un risultato, questo, che lascia in bilico la qualificazione ma che può sorridere senza ombra di dubbio al tecnico dei romani Bellinati, che ancora una volta ha portato con sé numerosi elementi della sua Juniores, i quali non hanno assolutamente sfigurato nel complesso, ed ai quali va fatto un grosso applauso. Il match cambia incredibilmente volto praticamente da subito: al 3’ infatti Strangolagalli commette ingenuamente fallo ai danni di Caverni, al quale “regala” anche una gomitata evitabilissima, proprio sotto agli occhi di Cherchi che non può far altro che mandarlo già negli spogliatoi. La Vigor Perconti prova a sfruttare il fattore psicologico dell’uomo in più, cercando di giocare anche con il cronometro. Al 13’ Caverni calcia una punizione, che finisce alta non di molto sopra la traversa. Gli ospiti ci provano di nuovo al 39’, sugli sviluppi di un corner, con la girata di Di Bari che finisce tranquillamente fra le braccia di Del Zio. Caverni  prova allora l’azione personale tre giri di lancette più tardi, ma l’estremo difensore di casa blocca a terra. Nella ripresa Bellinati gioca la carta Amici, ma l’eroe di Monte S. G. Campano non brilla in questa circostanza e la squadra ne risente. Parità numerica ristabilita al 14’, con il rosso diretto ai danni di Forte, per un apparente normalissimo contrasto di gioco che tuttavia l’arbitro di Latina ha interpretato come “gamba tesa volontaria”, espellendo così il giocatore di Colli Aniene.  Padroni di casa che provano a mettere il naso avanti al 27’, con il calcio piazzato di Marciano, ma la traiettoria non crea problemi al portiere ospite Scalabrin. Episodio da moviola tre minuti più tardi, con protagonisti Sambruni e Paolucci: il centrocampista romano cade in area, probabilmente leggermente spinto dal giocatore biancoceleste ma l’arbitro lascia proseguire. Si chiude dunque in parità l’andata dei 16mi di finale di Coppa Italia di Promozione: appuntamento con la qualificazione rimandato di quindici giorni a campi invertiti, con la formazione ciociara costretta a fare la partita e quella romana che dovrà avere pazienza e lucidità per riuscire a contenerne le avanzate, confidando anche nella vena realizzativa dei propri attaccanti.