Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Al Savio di Staffa un gol di Igliozzi basta e avanza per regolare un buon Certosa

Non basta il coraggio ai ragazzi del tecnico Ranalli che, al termine di un match combattuto, devono cedere il passo agli avversari



MARCATORE Igliozzi 43'pt
SAVIO Poli, Proietti, Staffa, Ricci (1'st Ingrati), Lisari, Proia, Igliozzi (30'st Zorresi), Misuraca, Quattrini, Passeri, Laurenzi (45'st Sangermano) PANCHINA Murgia, Sporea, Sabbatini, Giovannini ALLENATORE Staffa
CERTOSA Belli, Castaldi, Carciofalo, Guglielmo (1'st Laurenzi), Cornacchia, De Luca, Conti, Simeoni, Demofonti, Valenzini (30'st Coico), Curini (45'st Filippi) PANCHINA Gregnanin, Bucarelli, Todino, Mugavero ALLENATORE Ranalli
ARBITRO Bocchino di Roma1
NOTE Ammoniti Igliozzi, Misuraca, Quattrini, Guglielmo, Carciofalo Espulso al 35'st Lisari (S) Rec. 2'pt -3'st

Igliozzi del Savio copyright photosportiva.itAl Savio basta lo stretto indispensabile per aggiudicarsi questi quarti di finale di andata del Trofeo Tortora. Sul sintetico di Via Norma sono infatti i padroni di casa a spuntarla d'un soffio grazie ad una marcatura firmata da Igliozzi ad una manciata di minuti dal termine della prima frazione di gioco. Il match non regalerà grandissime emozioni disegnando uno scontro equilibrato e decisamente combattuto lasciando così presagire ad un ritorno tutt'altro che scontato. La prima frazione di gioco vedrà infatti Savio e Certosa affrontarsi a viso aperto ribattendo colpo su colpo alle rispettive offensive. A trovare però la chiave di volta dell'incontro sarà una zampata del numero sette al servizio del tecnico Staffa che sarà il più lesto di tutti nel ribadire in rete un pallone vagante in area avversaria. Si andrà quindi a riposo con il Savio avanti per 1-0 ma, nella ripresa l'equilibrio continuerà a farla da padrone con nessuna delle due squadre in grado di creare delle vere e proprie occasioni da gol. Ad una decina di minuti dal termine, arriva però l'episodio che rischia di compromettere la gara del Savio visto che Lisari incapperà nel secondo giallo guadagnando così anzitempo la via degli spogliatoi. I ragazzi di Ranalli, forti della superiorità numerica, da qui alla fine si spingeranno in avanti alla ricerca di un insperato pareggio che però non arriverà costringendoli così ad un match di ritorno che già partirà tutto in salita.