Notizie

Albalonga, Celentano: "Ottimo inizio ma dobbiamo migliorarci"

Il tecnico è soddisfatto dell'avvio di stagione della sua squadra, ma sotto porta vorrebbe più cattiveria e precisione



Albalonga ©FacebookDue vittorie in altrettante partite e primo posto a pari punti con il G.Castello. Per l’Albalonga di mister Celentano è stato un ottimo avvio di campionato, la strada sarà ancora lunghissima ma era fondamentale partire con il piede giusto per cercare ritagliarsi un ruolo da protagonista durante questa annata.   


Mister sono trascorse appena due giornate di campionato, la sua squadra è a punteggio pieno, quali sono le sue impressioni su questo inizio di stagione? 

“Sotto l’aspetto dei risultati sono impressioni abbastanza positive, perché abbiamo già inquadrato le prime due partite in maniera importante, soprattutto quella con la Libertas Centocelle che potrebbe essere un’outsider per la vittoria del campionato. A livello di gioco invece bisogna lavorare tanto e cercare di migliorarci, perché durante l’arco delle partite creiamo molto ma non riusciamo a finalizzare sotto porta, come ci è successo la scorsa partita con la Spes Artiglio”.  


A parte questo fattore, però, la squadra ha dimostrato anche di aver un gran carattere visto che sono arrivati due successi di misura.

“Si assolutamente. Diciamo che la squadra rispecchia un po’ quello che sono io, cioè una persona di carattere che non molla mai. Io cerco di insegnare a loro quelli che sono i miei principi, di non arrendersi mai anche se si è sotto nel punteggio e di dare tutto fino in fondo”.  


Che margini di miglioramento vede per il suo collettivo? 

“Ne vedo ampi di margini di miglioramento, perché sono tutti ragazzi che si mettono a disposizione e lavorano sempre tutti quanti insieme. Abbiamo un grande gruppo composto da 24 persone che sono sempre tutte presenti agli allenamenti e molte unite. La cosa bella è che anche chi non è convocato il sabato viene sui campi a vedersi la partita: sotto questo punto di vista è davvero un ottimo collettivo”. 


Sbilanciandoci un po’ verso il futuro, qual è l’obiettivo che puntate a raggiungere? 

“La società addirittura mi ha chiesto una salvezza tranquilla, ma se mi sbilancio posso dire che puntiamo a fare un campionato di media-alta classifica, poi se saremo fortunati e se qualche nuovo innesto a dicembre potrà migliorare la rosa, allora potremmo anche puntare a qualcosa in più. Adesso ci aspetta una prova molto importante con il Racing Club, che oltretutto è anche la mia ex squadra e se dovessimo riuscire a strappare una vittoria anche con loro, i nostri obiettivi potrebbero anche cambiare sin da subito”.