Notizie
Categorie: Nazionali

Alberigo Evani:"Bilancio positivo a di là dei risultati. La squadra è cresciuta molto"

Soddisfazione per il CT dell'Italia Under 20, reduce dal successo contro la Germania nel Torneo Quattro Nazioni



Alberigo EvaniAlberigo Evani, in conferenza stampa nel post partita, si è detto comunque soddisfatto della prestazione degli azzurrini nel Torneo Quattro Nazioni. "Il bilancio finale è positivo. Al di là dei risultati è una squadra che è cresciuta molto. Per quanto riguarda il torneo, ho qualche rimpianto per la partita con la Polonia, non tanto per quella disputata in casa loro, quanto in quella fatta in casa nostra, dove non ho potuto avere la migliore formazione per l’impegno dei ragazzi nei propri club. Per il resto dico  che i miei ragazzi sono stati esemplari per tutta la stagione sia per impegno che per serietà. Ho la consapevolezza di avere un gruppo buono. Ho un gruppo di ’94 e di ‘95 che faranno parte dell’Under 21, come nel caso di Rugani, Cataldi e Bernardeschi, che è stato fermo per cinque mesi". A proposito di Bernardeschi, ha aggiunto Evani, "Credo che questi quarantacinque minuti gli abbiano fatto bene, ha corso tante volte a vuoto, anche se penso che abbia ancora un paio di mesi per poter migliorare la propria condizione e giocarsi le carte per andare all’Europeo". Inoltre, "Per ciò che riguarda i ragazzi più giovani, Troiani ha fatto una buona partita. E’ un ragazzo che non conoscevo, mi è stato suggerito da Alessandro Pane (allenatore dell’Italia Under 19 ndr) perché abbiamo il vantaggio di lavorare in continuità tra Nazionali. Oggi si è adattato bene, è stato uno dei più positivi. Parigino è il secondo anno che gioca in un campionato di professionisti, sta bruciando le tappe». A proposito della Germania, Evani ha aggiunto che "E' una squadra fatta con lo stampino, in tutte le serie giocano con lo stesso modulo. Anche noi stiamo cercando di avere tutti uno stesso modulo di gioco. In questo modo, come è successo a me oggi, quando si ha bisogno di un giocatore che non si conosce è come se lo si conoscesse già"