Notizie
Categorie: Dilettanti

Alberone, senti Gonini: "Occhio al Licenza, partita insidiosa"

Il centrocampista della capolista avverte i suoi: "Ora siamo un po’ più tranquilli vista la distanza dalla seconda, ma non dobbiamo abbassare la guardia"



Simone Gonini sprona i suoiL’Alberone prova una mini-fuga. La squadra di mister Gianluca Cippitelli e del presidente Emanuele Centra vola a quattro punti potenziali (manca sempre la conferma ufficiale della vittoria di Sacrofano) sulle prime inseguitrici, dopo la vittoria sul campo dell’Estense Tivoli e la contemporanea sconfitta del Tivoli 1919 (ora appaiato dal Torpignattara al secondo posto) sul campo del Licenza. «Sapevamo del risultato del Tivoli visto che giocavamo di pomeriggio – rivela il 28enne centrocampista (all’occorrenza anche difensore) Simone Gonini – e questo forse ci ha anche un po’ condizionato nel corso del primo tempo, quando abbiamo avuto troppa fretta di fare gol. Nella ripresa, complice anche il buon ingresso di alcuni subentrati come Roberto Piccolo e come Ferri che è stato autore dell’assist per il primo gol, le cose sono andate meglio e abbiamo avuto ragione di un avversario magari non fortissimo dal punto di vista tecnico, ma sicuramente scorbutico». Decisiva la doppietta del solito Composto che aggiorna i suoi notevoli numeri: 23 reti in 24 gare di campionato, decisamente niente male. Come non male è la situazione di classifica dell’Alberone a sei giornate dalla fine del campionato di Prima categoria. «Ora siamo un po’ più tranquilli visto che è aumentata la distanza dalla seconda in classifica, ma sappiamo di non poter abbassare la guardia e i ritmi perché quando lo facciamo diventiamo una squadra prevedibile» dice Gonini. Lo sguardo del centrocampista è rivolto al prossimo turno quando l’Alberone riceverà sul campo amico di San Basilio proprio il Licenza, mentre dall’altra parte si giocherà uno scontro diretto molto interessante tra Tivoli e Torpignattara. «Se per noi è meglio un pareggio? Non saprei, non è da scartare nemmeno l’ipotesi di tagliare fuori dai giochi una delle due. Al di là di questo, dobbiamo pensare a vincere la nostra partita che non sarà facile: il Licenza è una squadra a cui piace giocare a pallone e che ha alcuni buoni elementi». L’Alberone, comunque, è concentrato sul salto di categoria. «Ci terremmo a regalare questa vittoria ad una società e ad un allenatore che ci sono sempre stati vicini» conclude Gonini.