Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Alfonsetti mette il turbo al Savio, Urbetevere ko

La squadra di Guglielmo s'impone 1-0 grazie alla rete di Alfonsetti e stacca in classifica il team di Lillo



12a Giornata - 07 dic 2014
1 - 0

MARCATORI Alfonsetti 34' st

SAVIO Mancini 6, Cursi 6 (17' st Capogna 6), Troiano 7, Scartocci 6.5, Kalaj 6, Pezzi 6, D'Angeli 6.5 (5' st Podda 6), Mangione 6 (1' st Nicoletti 6.5), Fontana 6.5, De Masi 6, Alfonsetti 6.5 (35' st Mirti sv.) PANCHINA Di Fiore, Stefani, Canepa ALLENATORE Guglielmo

URBETEVERE Carolis 6, Monaldi 6, Chirilenco 6, Mezzetti 6 (19' st Tumminello 6), Mengoni 6.5,  Santarelli 6 (17' st De Marchis 6), Campo 6.5, Zappalà 6.5 (31' st Di Giovanni sv), Bartolotta 6.5, Parventi 7 (24' st Meloni 6) PANCHINA Colagrossi, Limeli, Ferretti ALLENATORE Lillo

ARBITRO Mattei di Roma 2, 6.5

NOTE Angoli 4 – 6 Rec. 0' pt – 2' st


Il Savio supera di misura l'Urbetevere ©photosportiva.itE' festa Savio! Lo scontro al vertice con l'Urbetevere si risolve a favore dei padroni di casa proprio nei minuti finali, grazie alla zampata di Alfonsetti ad un giro d'orologio dal termine. Partita bella, per nulla bloccata, a dispetto di molte partite di alta classifica che finiscono più con l'annoiare che con il divertire. Settanta minuti giocati a velocità supersoniche, con il pallone che viaggiava da una metà campo all'altra nemmeno fosse una partita di tennis. Difficile decretare la formazione che ha giocato meglio o che ha creato di più, così come risulta impossibile trovare delle insufficienze: Il Savio davanti ha creato molto, come d'altronde l'Urbetevere che, forse, ha manovrato in maniera migliore il proprio gioco, approfittando della giornata di grazia di alcuni dei suoi giocatori nel settore nevralgico del campo. Se nei padroni di casa il migliore è stato senza ombra di dubbio Troiano, dall'altra parte Parventi e Campo hanno tirato fuori una prestazione super, soprattutto nel primo tempo. Proprio nei primi trentacinque minuti il gioco è stato a dir poco frenetico, con le due squadre spezzate già dopo qualche minuto. La distrazione non poteva essere contemplata in tribuna nonché in campo, dato che ogni secondo poteva essere quello buono per poter passare in vantaggio. Nel secondo tempo il ritmo cala fisiologicamente, a causa della stanchezza dei ventidue in campo. Attenzione, però, perché nonostante questo la velocità media di circolazione palla è rimasta alta anche nella seconda metà di gara, in cui gli errori individuali sono aumentati a vista d'occhio e la precisione della manovra ne ha risentito. Sarà poi un errore di reparto, cumulato tra più interpreti, a consentire ad Alfonsetti di trovare il guizzo decisivo per far allungare il Savio in classifica, a quattro punti proprio dall'Urbetevere.


Primo tempo.  A tinte miste i primi trentacinque minuti, con le due formazioni che si affrontano a viso aperto sin da subito. E' l'Urbetevere a rendersi pericoloso immediatamente, grazie al destro di Bartolotta su cui si oppone Mancini. Il Savio risponde dopo pochissimi minuti, con il sinistro di De Masi terminato alto, non di molto. L'Urbetevere reagisce, e tra il settimo e il decimo ha due occasioni, prima con Parventi e poi ancora con Bortolotta, senza trovare la via della rete. E' un continuo botta e risposta, come due pugili che combattono a guardia abbassata. Prima della fine del primo tempo sono almeno altre tre le occasioni nitide per poter passare in vantaggio, una per l'Urbetevere e due per il Savio. Ma né Fontana né tantomeno Zappalà o D'Angeli riescono a sbloccare la situazione, che si protrae sullo zero a zero fino a fine primo tempo, conclusosi senza alcun minuto di recupero; del resto non ci si è mai fermati.


Secondo tempo.  Più lento il secondo tempo, ma non meno avvincente del primo. Diminuiscono le occasioni da rete ma è palese il sentimento di poter sbloccare il risultato in qualsiasi momento, da parte di entrambe le squadre. E' sicuramente il Savio ad essere maggiormente presente nei pressi della porta avversaria. Ci prova prima Fontana, che sbaglia clamorosamente lo stacco di testa sugli sviluppi di una punizione calciata magistralmente da D'Angeli, in uno dei suoi pochi spunti del secondo tempo. Dall'altra parte Parventi accusa la stanchezza e si eclissa progressivamente. I padroni di casa ci provano anche con il neo entrato Nicoletti, prima ala e poi terzino destro, ma la sua conclusione viene deviata ottimamente da Carolis. Ad un minuto dal termine, nell'unico momento in cui la partita stava vivendo una fase di stallo che sarebbe potuta proseguire facilmente fino alla fine, arriva la rete del Savio: dormita colossale della linea mediana e della retroguardia – ottime fino a quel punto -  dell'Urbetevere; Alfonsetti si insinua tra le linee e beffa Carolis che lascia forse eccessivamente scoperto il proprio palo. Uno a zero e Vianello azzurro in delirio. La parte ospite rimane invece incredula in silenzio, traumatizzata dalla rete nel finale. Con questo risultato il Savio si aggiudica il primo round e sale a 33 punti in classifica, allontanandosi dall'Urbetevere, ora a – 4 dalla vetta.