Notizie

Alla scoperta del Chelsea di Adi Viveash

Il cammino e i giocatori più temibili della formazione inglese, che alle 17.15 a Nyon affronteranno la Roma di Alberto De Rossi



Il capitano del Chelsea Isaiah Brown ©ChelseaFCOggi alle 17:15 in scena l'attesa semifinale di Youth League con la Roma Primavera che sfiderà i quotati pari età del Chelsea. Alla scoperta degli avversari della squadra di Alberto De Rossi.

Tra i giallorossi ed il sogno della finale di Youth League c’è il Chelsea di Adi Viveash. Una squadra travolgente quella londinese, arrivata a Nyon segnando gol a raffica. Sono ben 29 infatti le reti realizzate dai Blues fino a questo momento, 24 nel girone più 5 tra ottavi e quarti, miglior attacco di tutta la competizione.

Inserito nel gruppo G, il Chelsea ha chiuso con 15 punti, frutto di 5 vittorie ed una sola sconfitta, ma si è qualificato come squadra prima classificata solo per l’esito degli scontri diretti contro lo Schalke: successo 4-1 all’andata e sconfitta 2-0 al ritorno. Sporting Lisbona e Maribor nel girone hanno fatto solo da comprimarie, basti pensare che i Blues tra andata e ritorno hanno rifilato ben 11 gol ai portoghesi e 9 agli sloveni, senza subirne nessuno.

Negli ottavi la squadra di Viveash ha fatto fuori lo Zenit, superato in casa 3-1 con i gol di Solanke, Palmer e Colkett, mentre nei quarti ha eliminato l’Atletico di Madrid, 2-0 sempre a domicilio, grazie all’autorete di Manzanara ed alla rete di Solanke.

Proprio Dominic Solanke, attaccante classe ’97 di origine nigeriana, è il capocannoniere della Youth League, alla pari con Leya Iseka dell’Anderlecht, con 9 gol realizzati in 7 partite. Altro elemento da tenere d’occhio è il capitano Isaiah Brown, vero punto di riferimento della squadra, alla seconda esperienza nella competizione: dopo le 7 presenze dell’anno scorso, quest’anno 8 partite, 2 gol e 4 assist. Ma sono molti gli elementi di esperienza: basti pensare che ben 14 giocatori nella passata stagione hanno collezionato almeno una presenza in Youth League, quando il Chelsea si fermò ai quarti di finale, sconfitto dallo Schalke per 3-1. In più la maggior parte dei giocatori della squadra che partecipa quest’anno alla Youth League, fa parte in pianta stabile della squadra Under 21 che prende parte al campionato riserve della Premier League. Tra i più presenti il difensore anglo-nigeriano Aina ed il centrocampista belga Musonda; il capocannoniere, neanche a dirlo il solito Solanke, con 7 gol in 12 partite.

Una squadra forte ed esperta, dunque, forse la favorita tra le quattro arrivate alla Final Four di Nyon. Ma la Roma dopo aver eliminato Ajax e Manchester City, punta ad una nuova impresa: del resto, come si dice, non c’è due senza tre…..