Notizie

Alle capolista i due big match; l'Atletico 2000 espugna l'Anco Marzio

La Roma supera a fatica la Lodigiani, per la Lazio tutto facile con l'Urbe. Colpaccio di Mariotti&co., bene TdQ e Savio



Prova di forza dell'Atletico 2000Girone A. Al Gentili partita senza storia: la Lazio si conferma la squadra da battere e mantiene l’imbattibilità surclassando un’Urbetevere decimata dalle assenze nel big match. Dopo lo stop di settimana scorsa i biancocelesti superano 3-0 i gialloblu grazie ai gol di Menegat e Nicodemo, sommati all’autorete di Chilà, e si riportano a +5 sulla seconda piazza, adesso occupata dalla Nuova Tor Tre Teste, che ringrazia Buongarzoni e si impone con uno 0-1 di misura sul campo della Romulea. Alla luce della caduta dell’Urbetevere assume molta importanza il successo in trasferta della Vigor Perconti, che trova la seconda gioia consecutiva, portandosia -1 dal terzo posto, e condanna il Massimina alla quarta resa ininterrotta con uno 0-2 siglato da Celentano e dall’ennesimo sigillo di Di Bari. Tuttavia il risultato più clamoroso di giornata è la sconfitta casalinga dell’Ostiamare, superata 1-2 dall’Atletico 2000: i biancorossi riescono in ciò che era riuscito solo a Lazio e Vigor Perconti, e centrano la seconda vittoria di fila trascinati da un super Santi, la cui doppietta vanifica la rete viola di Chiurco. Tra Vigili UrbaniLadispoli il numero chiave è tre: tante sono consecutive rispettivamente le sconfitte dei locali ed i trionfi dei lidensi, che si confermano ottima squadra espugnando il Tobia con uno 0-2 all’inglese dove vanno a segno Monici ed il solito Sarritzu. Infine nelle zone basse della classifica tornano a sorridere due compagini, Aurelio F.A. e Totti S.S.: la prima sancisce l’undicesima caduta di fila del Montefiascone, con uno 0-2 con le marcature di Pepe e Marcelli; per la seconda importante e convincente successo sul terreno dell’Unipomezia: nell’1-5 finale protagonisti Simonelli, autore di una tripletta, Rigolli e Volpe, mentre per i padroni di casa Pasculli salva l’onore ma non può evitare il sesto scivolone consecutivo.

Tor di Quinto a -1 dalla zona play-offGirone B. Anche nella partita di cartello del secondo raggruppamento trionfa la capolista, ma il copione non è lo stesso della gara del Gentili. Si perché a Trigoria la Roma fatica più del previsto contro un’ottima Lodigiani, dimostrando, con il 2-0 finale realizzato da Cangiano e Meo, di saper anche soffrire. Questo risultato, la sedicesima vittoria in altrettante gare disputate, permette alla Roma di portarsi, con una partita in meno, a +13 sulla nuova seconda classificata, il Frosinone, che ritrova i tre punti sul campo del Certosa, rimontando l’iniziale vantaggio di Albanesi con le firme di Antonellis L. e Pescosolido, per l'1-2 finale. Si avvicinano fortemente alla zona play-off, distante ora un solo punto, Tor di Quinto e Savio, appaiate a quota 32 in graduatoria: la formazione di via del Baiardo torna a gioire superando di misura, 2-1, il San Cesareo, alla terza sconfitta di fila ed a cui non basta Bastianelli a fronte delle realizzazioni di Spizuoco e Meluzio; gli azzurri invece portano a tre ininterrotti i propri trionfi, ed espugnano con uno 0-1 all’italiana il Bruschini, tana dell’Anziolavinio, grazie ad un’autorete del portiere locale Alfieri. Anche la Polisportiva Carso vince di misura 1-0, portando a due e sette consecutive rispettivamente le proprie vittorie e le cadute del Calcio Sezze, battuto per merito del gol di Veneziani. In conclusionefine le ultime due gare in programma terminano con lo stesso risultato, un avvincente 2-2: Tor Sapienza e Cinecittà Bettini riprendono a far punti in un match dove vanno a bersaglio Agnese e Palmiotto per i gialloverdi e Minotti, doppietta, per i biancorossi; tra Aprilia e Futbolclub è spettacolo, con i pontini che passano in vantaggio con Lauri, salvo poi farsi rimontare dalle reti orange di  Marcheggiani e Boido, per trovare infine il definitivo pareggio all'arrembaggio con De Lullo.