Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

Allievi, il Velletri vince il campionato con una giornata di anticipo

La formazione di mister



Giuseppe Palma e Lorenzo CioccariDomenica 22 marzo, con una giornata di anticipo, il Velletri conquista la vittoria del campionato nella categoria Allievi. L’ottimo lavoro svolto dal direttore sportivo Christian Pontecorvi e da mister Francesco Nanni hanno fatto si che il campo dicesse che la squadra da battere è il Velletri, a dispetto di due ottime compagini con un ottimo settore giovanile come la Mirafin, e la Carlisport, favorite per gli addetti ai lavori ad inizio stagione.

L’ottimo campionato giocato dai ragazzi di mister Nanni, che hanno collezionato 20 vittorie e una sola sconfitta, pongono la squadra del Velletri come una seria pretendente per  la fase Regionale.

La partita di domenica, che ha sancito la vittoria finale, si è conclusa con un netto 8 a 1 dove, oltre al gap tecnico, la voglia di vincere del Velletri ha fatto si che per la partita non ci fosse storia.

Al termine del match durante i festeggiamenti abbiamo incontrato il capitano della squadra Lorenzo Cioccari e il portiere Matteo Felci, unico giocatore  della squadra convocato da Mister Tallarico per il Torneo delle Regioni, e gli abbiamo posto alcune domande.


Q
uanto credevate nella vittoria del campionato ad inizio stagione?

Felci: Ad inizio campionato eravamo sfavoriti, ma siamo sempre stati coscienti delle nostre potenzialità e, dopo la brutta sconfitta in casa della Carlisport, abbiamo lottato in ogni partita e con molto impegno, passione e un pizzico di fortuna siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo.

Cioccari: Aggiungerei anche le difficoltà che abbiamo avuto con i continui infortuni di alcuni compagni di squadra, tipo Gianluca Grillo che ci è mancato per l’intera stagione, e che danno ancora di più valore a questa vittoria.


Dove può arrivare questa squadra?

Cioccari: Se tutti noi giocheremo al massimo della nostre potenzialità potremo puntare in alto già a partire da questi play off.

Felci: Per scaramanzia Non so dove possa arrivare questa squadra, spero il più in alto possibile. Siamo un gruppo molto unito e la maggior parte gioca insieme ormai da diversi anni. Li considero una seconda famiglia.


Il doppio impegno Juniores – Allievi: quanto vi è stato utile per la vostra crescita affrontare avversari più grande di voi?

Cioccari: Di certo “prendere le botte” ci ha fatto bene, abbiamo scoperto i nostri limiti e ci siamo messi alla prova. Per quanto riguarda l'approccio mentale c'è una differenza enorme nello stacco di categoria, però siamo riusciti e, stiamo riuscendo, a confermare le aspettative anche per il campionato Juniores pur essendo 2 anni sotto età.

Ludovico Ludovisi e Matteo FelciFelci: Credo sia stato fondamentale, perché affrontare avversari di categoria maggiore rispetto alla nostra non ha fatto altro che migliorare le nostre abilità.


Sei l’unico rappresentante nella rappresentativa del Lazio, dicci la tua sensazione?

Felci: Fino a poco tempo fa nella rappresentativa del Lazio c’era un altro giocatore, Lorenzo Sergola, al quale mando un saluto. Io sono stato richiamato in queste ultime convocazioni e ciò mi rende molto felice perché sta significare che il lavoro fatto in questi anni è servito a qualcosa. 


Da Capitano dacci un aggettivo per definire la squadra?

Cioccari: Più che un aggettivo io vorrei definirla con un sostantivo: famiglia. Colgo l’occasione per fare un in bocca al lupo a Matteo per il Torneo delle Regioni oramai alle porte, con l’augurio che possa essere tra i protagonisti e rappresentarci nel miglior modo possibile.


Ultima domanda  se vi dico “Mister Nanni” cosa vi  viene in mente?

Felci: Mi viene in mente: grinta, passione, cuore, lealtà e una gran voglia di far bene, ma soprattutto una grande persona.

Cioccari: Ed io aggiungerei  '1,2,3 vincere!'