Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Allievi Lega Pro: poker servito per la Lupa Roma. Incubo Foggia al Francesca Gianni

Match a senso unico, dopo un quarto d'ora l'undici di Monaco conduce 3-0 (Perfetti, Semprini e Faenza). Nella ripresa il sigillo di Fofi



L'esultanza della Lupa Roma dopo il quarto gol foto©GazzettaRegionaleMARCATORI Perfetti 4’pt, Semprini 7’pt, Faenza al 16’pt, Fofi 20’st

LUPA ROMA Ceraldi 6 (10’st Cianfriglia 6), Frezza 6.5 (31’st Sincich sv), Bencivenga 6.5, Faenza 6.5, Mileto 6, Baccari 6.5, Pirazzi 7 (29’st Di Branco sv), Mengoni 6.5, Semprini 6.5 (18’st Venturini 6), Perfetti 7 (23’st Boccaccini 6), Fofi 7 (32’st Fossaceca sv) PANCHINA Borrelli, Luciani, Manganaro ALLENATORE Monaco

FOGGIA Valente 5 (6’st Sciretta 5), Pertosa 5 (14’st Cicolella), Caggiano 6, Cappelletti 5.5, Del Vecchio 5 (17’pt Morra), De Stefano 5.5, Vecchiarino 5 (18’st Pilone 5.5), Valenti 6 (20’st Vaccario 6), Ruggieri 5 (6’st Lioce), Lomuscio 5.5, Imbriani 5 (1’st Caruso 5.5) ALLENATORE Lomuscio

ARBITRO Ledda di Cagliari, 6

ASSISTENTI Aiossa di Aprilia e Tasciotti di Latina 

NOTE Espulso 24’st Sciretta (F) al suo posto in porta va Caggiano Ammoniti Frezza, Mengoni, Morra, De Stefano Angoli 5-1 Recupero 1’pt e 5’st 


Un monologo dall’inizio alla fine. Carlo Monaco può sorridere, la sua Lupa Roma travolge il Foggia in un match a senso unico, che ha visto i capitolini letteralmente dominare la formazione pugliese. Un esordio da sogno nel campionato Allievi Nazionali Lega Pro, un esordio che fa ben sperare per il futuro della squadra biancoblu nella competizione.  foto©GazzettaRegionale


La gara. Tutta in discesa e a grande velocità. La Lupa Roma si mangia il Foggia in una manciata di minuti, incanalando il match subito sui binari giusti. Sono passati appena 4’ quando i padroni di casa passano in vantaggio: discesa ad alta velocità di Pirazzi, traversone teso dalla destra su cui si avventa Valente che respinge, immediata la risposta di Perfetti che spara la palla in porta per l’1-0. Il Foggia accusa il colpo e a capo chino imbarca azioni su azioni: al 7’ la Lupa Roma trova anche il raddoppio con un destro al volo di Semprini servito magistralmente da Baccari. I padroni di casa sono un rullo compressore, gli ospiti faticano a limitare i danni. Al 13’pt contropiede fulmineo dell’undici di Monaco, Perfetti serve Fofi in area di rigore ma la sua conclusione è poco precisa. Tre giri di lancette e arriva il terzo gol: corner in area di Pirazzi, Semprini sbuccia la palla di testa e, tutto solo sul secondo palo, Faenza incorna per il 3-0. Il Foggia si affaccia nella metà campo avversaria e la prima conclusione arriva al 24’pt, il tiro di Ruggieri risulta però velleitario. Nel finale del primo tempo la Lupa Roma potrebbe anche dilagare ma prima Baccari tira fuori, poi Valente è bravo a bloccare in due tempi una conclusione ravvicinata di Perfetti.

foto©GazzettaRegionale


Secondo tempo. Il Foggia torna in campo con maggiore convinzione, sebbene gli sforzi dei rossoneri non abbiano riscontro anche nel risultato. Di Stefano e Caggiano provano ad impensierire prima Ceraldi e poi Cianfriglia, ma l’esito è sempre negativo. Al 20’st la Lupa Roma cala il poker: Pirazzi continua ad essere una spina nel fianco sinistro del Foggia, l’esterno arriva sul fondo, converge e appoggia per Fofi che di tacco da posizione ravvicinata infilza la porta di Sciretta, secondo portiere pugliese entrato nella ripresa. L’estremo difensore pochi minuti dopo stende fuori area un Venturini lanciato a rete, l’arbitro sventola il cartellino rosso e a chiudere la gara tra i pali è il numero 3, Caggiano. L’ultimo brivido arriva al 28’st con Fofi che da calcio piazzato stampa la sfera sull’incrocio, sulla respinta Boccaccini tenta il tap-in del pokerissimo ma il pallone finisce alle stelle. Sulle stelle proprio come l’umore di una Lupa Roma che inizia nel migliore dei modi la sua avventura nel campionato Allievi Legapro, del morale opposto invece un Foggia che al Francesca Gianni non è mai riuscito ad impensierire i padroni di casa, tornando in Puglia con un pugno di mosche.