Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Allievi Serie A e B: la Roma cerca l'ottava meraviglia, la Lazio va a Pescara

Turno interessante con i giallorossi che aspettano il Napoli per continuare a fuggire mentre i biancocelesti sono impegnati nell'ostica trasferta abruzzese. Frosinone e Latina: fame di vittoria



Federico CoppitelliCe lo immaginiamo Federico Coppitelli, con un block notes in mano, pronto a tracciare sul prossimo avversario scritto su carta, l’ennesima striscia d’inchiostro. Domani a Trigoria si anticipa e arriva il Napoli: partita assolutamente non facile ma se è vero che l’appetito vien mangiando, la Roma non vorrà perdere l’opportunità di inanellare l’ottava vittoria su otto partite giocate e darsi spinta sulle gambe per continuare la sua fuga da regina del girone. Duro lavoro per chi è secondo in classifica, duro lavoro per la Lazio di Franceschini. I biancocelesti, distanti cinque punti dai cugini, vanno a Pescara e saranno costretti a non lasciare nulla al caso: quella abruzzese è una squadra ostica, viene dalla bella vittoria contro il Frosinone e fino ad ora è stata solo punita da un calendario tutt’altro che ammiccante. Servirà la massima attenzione quindi per gli aquilotti perché i pericoli sono già dietro l’angolo: la Roma che scappa e il possibile sorpasso dell’Avellino, soltanto per dirne due. Proprio per questo, la Lazio spera nel favore del Latina. Saranno infatti proprio i ragazzi di Pino Selvaggio a sfidare in terra pontina la squadra campana, autrice di un fantastico avvio di campionato. I nerazzurri però difficilmente rimarranno a guardare e dopo la vittoria contro la Ternana e il buon pareggio contro la Lazio, non vuole porre la parola fine su quello che è a tutti gli effetti il primo periodo positivo della stagione. Qualche chilometro più ad est intanto, il Frosinone scende da una pericolosa altalena emotiva, sale sul pullman e parte alla volta di Perugia. Dopo la sbornia post-vittoria al "Gentili" di due settimane fa, è arrivata la brutta sconfitta casalinga contro il Pescara. Non sarà facile ma rialzare la testa sarebbe un segnale straordinariamente importante per i gialloblu, in modo da convincersi che quanto di buono fatto contro la Lazio, non ha rappresentato un episodio raro, isolato e gentilmente concesso dal dio del calcio.  La voglia di risatto è tanta; ce lo immaginiamo Luigi Marsella, con un block notes in mano, voglioso di tracciare e ricalcare sul prossimo avversario scritto su carta, la terza, quanto mai importante, striscia d’inchiostro.