Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Almas, parla Andrea Durante: "Vogliamo migliorarci"

Il tecnico biancoverde sulla prossima stagione: "Abbiamo confermato un buon blocco di giocatori, circa il 70/80%, in più abbiamo preso cinque, sei rinforzi giusti"



Andrea DuranteAndrea Durante, reduce da una buona, prima annata in Eccellenza con l'Almas Roma, ci racconta le sue impressioni sulla stagione appena trascorsa ma, soprattutto, la programmazione per il futuro. In questi giorni, infatti, si sta limando la questione acquisti, ovvero degli elementi “funzionali” (come definiti dal mister) che andranno a formare lo strato di cemento fresco gettato sulle fondamenta della nuova Almas. “C’è un progetto, posso dirmi soddisfatto, ci divertiremo”. Sono queste le parole chiave che emergono dal dialogo con Durante. Un allenatore che sembra felice e smanioso di ricalcare l’erba dei campi, poichè fornito dei rinforzi giusti, quelli di cui la sua Almas aveva bisogno per iniziare a bramare qualcosa in più della semplice salvezza.

Mister, un anno tutto sommato positivo. Piazzamento al centro della classifica, 46 goal fatti ed altrettanti subiti. 

“Si, una stagione piuttosto positiva, siamo riusciti ad ottenere quello che ci eravamo prefissati con largo anticipo, senza soffrire mai. Considerando che eravamo una squadra neopromossa piuttosto giovane… possiamo dirci soddisfatti.”

Nonostante l’inesperienza però, nel girone di ritorno siete riusciti a battere quelle squadre classificatesi infine come prima e seconda: il Trastevere e lo Sporting Città di Fiumicino. 

“Si e le abbiamo battute anche bene: rispettivamente, 1-4 e 0-2 fuoricasa. Diciamo che in campionato abbiamo alternato buonissime prestazioni con alcune più negative. Questo poichè la mia squadra tendeva a soffrire di più quando si ritrovava a dover far lei stessa la partita; quando invece capitava di giocare sulla ripartenza, siamo sempre stati bravi e preparati.”

Archiviata la stagione della “sperimentazione” dove potete migliorare, ma soprattutto, come state attualmente lavorando per migliorare? 

“Io credo che in questi giorni stia prendendo forma una bella squadra, fatta bene, con intelligenza. Abbiamo confermato un buon blocco di giocatori, circa il 70/80%, in più abbiamo preso cinque, sei rinforzi giusti e funzionali, per meglio coprire quelle zone del campo in cui eravamo carenti. Ci aspettiamo dunque un miglioramento per la prossima stagione, senza dubbio.”

Sorvolando sui nomi, quali ruoli ricoprono i neoacquisti? 

“Abbiamo preso una punta, un difensore centrale, un mediano, due interni di centrocampo avviati e 2/3 giovani molto interessanti. Più nello specifico, posso dire che noi l’anno scorso soffrivamo un po’ la costruzione bassa dell’azione. Ci mancava un elemento in grado di impostare, pertanto siamo andati a lavorare su quello prima di tutto. In più, abbiamo preso una figura lì davanti, un buon finalizzatore, una pedina che forse può essere considerata utile anche per lo sviluppo dell’azione. Quest’anno posso dirmi veramente soddisfatto del mercato, di come è stata preparata la squadra e delle logiche che ci sono dietro. Poi se tutto questo lavoro si trasformerà in risultati sportivi… non lo so. Però c’è un progetto, c’è un’idea. Un’obiettivo per la prossima stagione? Sicuramente migliorare dal punto di vista della continuità dei risultati. L’esperienza accumulata quest’anno ci aiuterà indubbiamente.”