Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Altro colpo del dg Pietro Rosato, che chiude per Matteo Ciogli, ex Arezzo e Termoli

Dopo Baylon e Mazzei, ecco il centrocampista '94: "Sono molto contento di ritrovare i miei vecchi compagni di squadra, perché ho degli ottimi ricordi della stagione giocata al loro fianco"



Image title

Non si ferma il lavoro della dirigenza della Lupa Castelli Romani del presidente Alessandro Virzi, che mette a segno un altro colpo importante per la prossima stagione. Il DG Rosato, infatti, ha concluso positivamente la trattativa con un giovane centrocampista classe ‘94, che nonostante la giovane età ha però alle spalle diverse esperienze importanti. Si tratta di Matteo Ciogli, che ha iniziato la scorsa stagione ad Arezzo passando poi al Termoli, dove ha collezionato 10 presenze, realizzando anche una rete. “In questa prima fase del mercato”, ha dichiarato Pietro Rosato, “ci stiamo dedicando principalmente ai giovani perché siamo convinti che siano fondamentali per poter disputare un campionato da protagonisti. Sono certo che Ciogli rappresenterà una pedina importante per la Lupa, perché nonostante sia ancora in età di Lega ha già avuto la possibilità di giocare in molte piazze importanti, dimostrandosi sempre all’altezza. Il ragazzo ha sposato con entusiasmo il nostro progetto, e siamo veramente contenti di averlo a nostra disposizione”.

Pienamente soddisfatto anche il giovane centrocampista romano, che non ha mostrato alcun dubbio  ed ha immediatamente accettato la corte della Lupa: “Avevo già avuto modo di conoscere il presidente Virzi e il Direttore Generale Rosato”, ha commentato Matteo Ciogli, “e quando si è prospettata la possibilità di venire alla Lupa non ci ho pensato un attimo perché sapevo di avere a che fare con delle persone serie, alle quali peraltro mi accomuna una grande voglia di vincere. Questo è un progetto importante e sono veramente soddisfatto della mia scelta, perché sono sicuro che faremo bene”.

Alla Lupa Matteo ritroverà due vecchi compagni, Emanuele Mancini e Carlo Baylon, con i quali ha condiviso la felice esperienza al San Cesareo nella stagione 2011-2012, terminata con la vittoria del campionato di Eccellenza. Ciogli era giovanissimo, ma mise in archivio la bellezza di 31 presenze, impreziosite da due reti in campionato: “Sono molto contento di ritrovare i miei vecchi compagni di squadra, perché ho degli ottimi ricordi della stagione giocata al loro fianco. Entrambi sono stati fondamentali per la mia crescita, anche perché ero un ragazzino al mio primo campionato importante, e mi auguro di dimostrare anche a loro che in questi anni sono maturato”.

Effettivamente, per avere appena 20 anni Matteo Ciogli porta con sé un prezioso bagaglio di esperienza: dopo San Cesareo, infatti, la giovane mezz’ala ha disputato una stagione da protagonista alla Viterbese, in serie D, per poi passare lo scorso anno ad Arezzo. A dicembre, il trasferimento al Termoli, che lo ha poi portato fino alla Lupa: “È vero, ho avuto la possibilità di giocare in piazze importanti, e spero di poter mettere al servizio della mia nuova squadra tutto quello che ho potuto imparare negli anni. Il mio ruolo naturale è quello di mezz’ala, a destra o a sinistra fa poca differenza, ma mi è capitato in passato anche di giocare come esterno in un centrocampo a 4 o a 5. Ovviamente sarà il mister Gagliarducci a decidere: l’ho conosciuto nei giorni scorsi e devo dire che mi ha fatto un’ottima impressione, trasmettendomi subito la sua voglia di vincere, che poi è la stessa che ho io. Quindi, inutile parlare di obiettivi perché sono piuttosto evidenti! Per quanto mi riguarda, non posso far altro che mettermi a disposizione, sperando di poter essere utile alla squadra fin dal primo allenamento”.