Notizie

Andrea Fedeli: "La fusione Rieti - Lupa? Sono fiducioso"

Il dg amarantoceleste spiega a che punto è la trattativa: "Risolveremo il problema della recinzione esterna dello Scopigno e domani chiederemo l'ok al prefetto"



Andrea Fedeli con Riccardo Curci ©amarantoceleste.itE' stata una giornata importante di lavoro per la fusione di Rieti e Lupa Castelli Romani. Filtra ottimismo dalle parole del dg Andrea Fedeli: “Sono molto fiducioso, stiamo procedendo spediti. Entrambe le parti sono vogliose di intraprendere questo cammino insieme in Lega Pro, categoria che una città come Rieti merita. Non potendo essere ripescati, visto che abbiamo usufruito di questo beneficio nella scorsa stagione, si è presentata questa possibilità e vogliamo coglierla. Oggi abbiamo lavorato sul problema della recinzione esterna dello Scopigno che non è a norma, faremo questo importante investimento e speriamo che in questo modo il prefetto domani ci dia l'ok per poter giocare sul nostro campo senza problemi. I tempi sono molto stretti, ma vogliamo sbrigarci e mettere tutto nero su bianco di fronte ad un notaio”.Poi il direttore ci spiega come dovrebbero essere divise le quote del club che dovrebbe assumere la denominazione di Rieti 1936: “L'idea è che il 51% dovrebbe essere di mio padre, il 39% di Rosato e dell'altro socio della Lupa Castelli e il restante 10% di Curci. Dobbiamo andare avanti spediti perché entro la metà della prossima settimana deve essere tutto chiuso, altrimenti salterà tutto”. Infine una battuta sul carattere vulcanico del presidente Franco Fedeli: “La convivenza con altri soci? Non penso ci saranno problemi, anche perché Piero Rosato mi è sembrato una persona competente e seria. Mi preoccupa di più far capire a mio padre che con una rosa giovane non sarà facile vincere sempre come lui vorrebbe...”.