Notizie

Andrea Santoro: "Si favorisce il racket della prostituzione non facendo nulla. E mi riferisco al Prefetto di Roma"

Intervenuto alla Casa Internazionale delle Donne, il Presidente del XI Municipio aggiunge: "Bisogna mettersi in discussione per salvare qualche vita in più"



Andrea Santoro intervenuto al dibattito sullo zoning ©GazzettaRegionaleÈ un Andrea Santoro che appare sicuro delpercorso scelto. Un percorso che ha posto lo stesso Santoro e l'Eur al centrodella ribalta nazionale per il discusso tema dello zoning, unaregolamentazione della prostituzione che porterebbe a Roma Sud, il primo quartierea luci rosse della Capitale. E la sicurezza della decisione traspare nel tonodi voce fermo e deciso con cui apre il suo intervento: "La cosa positiva nellatempesta mediatica che mi ha travolto è il fatto che le persone si stiano facendodelle domande. La critica che mi è stata più volte rinfacciata è quella per cuicon lo zoning si favorisce il racket della prostituzione. Ebbene il racket si favoriscenon facendo nulla. E mi riferisco al Prefetto di Roma".


5 punti cardine. "C'è il bisogno - prosegue Santoro - di presentare proposte alternativevalide anche tramite una nuova legge che superi la Merlin. Lo strumento della mediazionesociale è  quello più efficace perchéprova a governare il conflitto che coinvolge cittadini e mondo dellaprostituzione. Bisogna coinvolgere gli stessi cittadini per trovare le idee dacui ripartire, partendo da cinque punti cardine: vietare la prostituzione davantialle scuole e nei parchi, il progetto Roxanne (assistenza sociale e medicaalle prostitue, ndr), multe ai clienti, educazione sentimentale e la creazionedi una "Scuola di Michela". Trovare soluzioni più efficaci - chiudeSantoro - è meglio del non fare nulla. L'Eur conta 18 strade principali su 30con la presenza costante del fenomeno prostitutivo: bisogna mettersi indiscussione per salvare qualche vita in più".