Notizie

Anocic e Pellegrini: un rebus a sinistra per Alberto De Rossi

A poco meno di un mese dall'inizio del campionato, problemi d'abbondanza sulla fascia sinistra per il tecnico della Roma: chi sarà il titolare?



Se Rudi Garcia ne cerca due disperatamente, Alberto De Rossi avrà l'imbarazzo della scelta in vista della prossima stagione. Parliamo del terzino sinistro, ruolo protagonista di un rebus estivo infinito non solo per la prima squadra ma anche per la Primavera, anche se per motivi diametralmente opposti. Il tecnico di Ostia infatti, dopo aver salutato Sammartino, fuori quota e ora in prestito alla Pistoiese, potrà contare su un coppia di lusso per la fascia mancina, formata da Luca Pellegrini e Silvio Anocic. Giocatori simili, situazioni diverse ed entrambi meritevoli di un posto da titolare.

Luca Pellegrini ©GazzettaRegionalePartiamo dal biondo classe '99: l'esterno sinistro, la scorsa stagione campione d'Italia e grande protagonista con la Roma di Coppitelli, aveva suscitato l'interesse di tante squadre estere e il suo addio a giugno sembrava imminente. Il club giallorosso ha però dato la svolta decisiva alla trattativa accontentando il giocatore e Mino Raiola, proponedogli un contratto triennale irrinunciabile e riservandogliun posto in Primavera nella quale il terzino rappresenta l'unico classe '99 agli ordini di De Rossi. Pellegrini è in rampa di lancio e i giallorossi sono obbligati ad agevolare la sua corsa verso il calcio che conta, puntando su un calciatore che da molti è definito uno dei top in chiave futura nel suo ruolo.

Silvio Anocic ©uefa.comAltra situazione per Silvio Anocic: due anni più grande e apprezzato anche da Garcia che l'ha voluto sia nel ritiro di Pinzolo che nella tournée australiana, difficilmente però il tecnico francese punterà su di lui (visto l'arrivo imminente di Digne e del suo vice, ancora incognito). Sicuramente più esperto di Pellegrini, il terzino sembrava rappresentare un crack del calcio croato, Sabatini un anno e mezzo fa non ha perso tempo e se l'è assicurato. Il calciatore non ha mai ripagato al massimo le aspettative, il ds però si fida ancora delle sue potenzialità. Se veramente l'esterno vorrà far finalmente parlare di lui ad alti livelli, la prossima stagione sarà quella giusta per farlo. In che modo? Ovviamente giocando. In Primavera o altrove? Se facciamo un rapido calcolo legato al rispetto dei ruoli, dovrebbe essere lui il titolare e Pellegrini la riserva, situazione però che risulterebbe troppo estrema per il terzino classe '99. Difficilmente il croato partirà per giocare in prestito lontano da Trigoria e allora ecco che entra in gioco Alberto De Rossi: con tre competizioni da disputare (campionato, Youth Legue e Tim Cup), l'allenatore, con una buona programmmazione potrà varare un turn over fisso cercando di non scontentare nessuno e godersi un complicato, quanto piacevole, problema d'abbondanza.