Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Antenucci! E' un pari d'oro per l'Accademia Calcio Roma

Il Certosa va vicinissimo al sorpasso, ma a 2' dal termine l'esterno di Papotto firma l'1-1 che conferma i bianconerazzurri al secondo posto



28a Giornata
1 - 1

MARCATORI Demofonti 3'pt (C), Antenucci 43'st (A) 

CERTOSA Tanturri 6, Castaldi 6, Conti 5.5, Coico 5.5 (1'st Mariotti 6.5), Cornacchia 6, Terzi 6, Mugavero 6.5, De Luca 6, Demofonti 7, Guidi 6 (15'st Guglielmo 6), Proia 6 (26'st Cutini Calisti) PANCHINA Gregnanin, Todino, Risoldi, Brancati ALLENATORE Ranalli 

ACCADEMIA CALCIO ROMA Peri 6.5, Ameli 5.5, Antenucci 6.5, Castorani 5.5 (Pascucci 6), Pastorelli 5.5 (35'st Restivo sv), Alaimo 6, Baldacci 5.5, De Bartolo 6 (29'st Alessandrelli sv), Guida 5.5, Brighi 5 (38'st Gjpali sv), Marulla 5 (7'st Luciani 5.5) PANCHINA De Battistis, Spallacci ALLENATORE Papotto 

ARBITRO Angiolari di Ostia, 5.5 

NOTE Ammoniti Coico, Mariotti Angoli 5-5 Rec 1'pt - 3'st 


Pareggio ottenuto con le unghie e con i denti dall'Accademia Calcio Roma, che evita il sorpasso di un Certosa, che hai punti avrebbe meritato il successo, e per i restanti 180' di campionato dovrà gestire le due lunghezze di vantaggio che la separano dal team di Ranalli, visto che ormai la Perconti è irraggiungibile. Non la miglior prova stagionale quella offerta dai ragazzi di Papotto, che nel primo tempo hanno sbattuto sul muro viola, si son spaventati ad inizio ripresa, ma poi sono esplosi di gioia al triplice fischio.


Antenucci, il primo da sinistra (photosportiva.it)Primo tempo Certosa subito avanti: al 3' arriva la prima conclusione dei padroni di casa con Demofonti che scambia stretto con Proia al limite dell'area e dal limite lascia partire un destro mortifero che batte Peri all'angolino sinistro. L'Accademia subisce il colpo e fa fatica a reagire: lenta circolazione di palla ed imprecisione negli ultimi 16 metri favoriscono la formazione di Ranalli, davvero in palla e corroborata dall'immediato vantaggio. Piccolo brivido per i neroverdi (ancora in maglia viola) quando Baldacci si accende per la prima volta del match (16') e, arrivato quasi sul fondo, effettua un tiro cross che Tanturri respinge di pugno con Guida che da pochi passi non riesce ad approfittarne. Quel 1-0 pesa e si vede, perché il Certosa si schiaccia, rimane stretto tra i reparti e attende l'errore avversario per ripartire. Altra occasione potenziale per gli ospiti al 27' quando dalla trequarti di destra De Bartolo crossa una punizione che finisce verso il lato opposto nell'area piccola, col pallone che viene mandato alto dal tentativo in spaccata di Guida. Dopo una lieve protesta ospite per un possibile rigore (30') su un tiro di Baldacci che viene toccato da un braccio del Certosa, ma Angiolari fa chiaro segno di “braccio attaccato al corpo” il Certosa al 31' prova a raddoppiare col contropiede orchestrato da Demofonti che dalla trequarti serve, sbagliando la misura, Guidi, 10 arriva sul fondo e serve a rimorchio Proia che fallisce la conclusione col destro rimediando solo un corner per l'incomprensione tra Peri ed un compagno. Fiammata Accademia al 37' con De Bartolo che prova a sorprendere Tanturri dalla media distanza, ma il portiere di casa è bravo e ben posizionato centralmente per la parata. Gli ospiti, passato lo choc del vantaggio, hanno progressivamente preso campo rispetto agli avversari, ma quella effettuata dal centrocampista ex Tor Tre Teste è di fatto il primo tiro verso i pali dei padroni, perché il Certosa gioca sostanzialmente di nervi e fisico in difesa di un vantaggio che se condotto fino al 90' vorrebbe dire sorpasso. Fino all'intervallo non succede molto altro: il Certosa controlla e finisce 1-0. 


Secondo tempo Ad inizio ripresa il Certosa prova immediatamente a far male con Guidi che appena entrato in area prova un gran destro, potente ma poco angolato, che Peri riesce a bloccare con un grandissimo intervento che tiene in piedi l'Accademia. Padroni di casa di nuovo pericolosi al 18' quando Mariotti (entrato nell'intervallo al posto di Coico) mette pressione e paura sulla destra e scarica al limite dove Guglielm in spaccata intercetta e riesce a servire De Luca che, spalle alla porta, si gira e prova ad infilarla rasoterra, ma Peri si distende e blocca. Altro caso molto più che dubbio in area Certosa al 22' quando su un cross di Guida Tanturri sbaglia il tempo dell'uscita con il pallone che arriva sui piedi di Luciani che viene steso con un intervento da dietro (l'attaccante ospite ha le spalle alla porta) di un difensore di casa. Angiolari fa proseguire, ma questa volta la decisione appare sbagliata. Occasioni potenziali ambo le parti intorno al 35'prima per l'Accademia con Antennucci che va sul fondo e poi a pelo d'erba prova a servire un compagno, ma la palla sfila davanti tutta la porta senza che nessuno riesca ad intervenire e, poco dopo, lo stesso accade dall'altra parte con Demofonti che non trova Mariotti per un pelo alla deviazione decisiva. Deviazione che invece arriva al 43' alle spalle di Tanturri: Ameli prende palla al limite e scarica per Baldacci che entra in area e serve davanti la porta Antenucci che non ha nessuna difficoltà nel metterla dentro. Il Certosa prova subito a tornare avanti 1' dopo con la bomba al volo di Cutini Calisti, su azione d'angolo, che viene deviata provvidenzialmente da una gamba dell'Accademia e finisce di poco alta sopra la traversa.