Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Antenucci - Ferrara - Baldacci, all'Accademia Calcio Roma basta un tempo: Borgo Podgora ko

I padroni di casa chiudono il match nella prima frazione di gioco contro la squadra di Mariano: vetta della classifica distante solo un punto



9a Giornata
3 - 0

ACCADEMIA CALCIO ROMA – BORGO PODGORA 3-0
MARCATORI Antenucci 14' pt, Ferrara 38' pt rig., Baldacci 45' pt
ACCADEMIA C. ROMA Peri 6, Ameli 6.5, Merola 6.5 (28' st Brighi sv), Alessandrelli 7, Modesti 7, Alaimo 6.5, Baldacci 7 (30' st Luciani sv), De Bartolo 6.5 (3' st Pascucci 6.5), Guida 6.5 (17' st Spallacci 6.5), Antenucci 7, Ferrara 7 (3' st Gongora 6) PANCHINA De Battistis, Castorani ALLENATORE Papotto
BORGO PODGORA Salvador 7, Biancni 6, Chiarucci 6 (35' st Raiz sv), Palluotto 5.5, Mauriello 5.5, Di Marco 5.5, Laggiri 6.5, Iannucci 5.5 (8' st Sanna 5.5), Viscusi C. 5.5 (10' st Fiorentino 5.5), Toto 5.5, Bragazzi 5.5 (43' st Caucci sv) PANCHINA Viscusi M., Ricci, Ragozzo ALLENATORE Mariano
ARBITRO Catallo di Frosinone, 6
NOTE Ammoniti Alaimo, Di Marco Angoli 4-3 Rec. 1' pt – 2' st.

Attilio Ortenzi, dg dell'Accademia Calcio RomaBasta un tempo alla squadra di Papotto per spazzare via l'avversario. In via di Settebagni l'Accademia Calcio Roma non fa prigionieri contro un Borgo Podgora mai in partita. Un 3-0 firmato Antenucci, Ferrara e Baldacci, ma che porta il marchio di tutti i ragazzi scesi in campo e, ovviamente, del mister.

Primo tempo. Partono forte i padroni di casa e parte forte il gioiellino Ferrara, che dopo 10' sguscia via sulla sinistra e mette in mezzo un pallone che Antenucci trasforma nel gol del vantaggio. L'Accademia non si accontenta e vuole archiviare subito la pratica. De Bartolo e Baldacci mettono a dura prova i riflessi di Salvador, che riesce a tenere a galla i suoi fino al 38', quando Ferrara firma il raddoppio dal dischetto, per un fallo di Iannucci proprio sul numero 11 in maglia blu. Il Borgo Podgora, che aveva dato segni di vita alla mezz'ora con un calcio di punizione di Laggiri, va ko prima dell'intervallo. Al 45' Guida e Baldacci fanno impazzire i difensori avversari con uno scambio a velocità doppia al limite dell'area, al termine del quale il numero 7 si presenta davanti al portiere e fa centro.

Secondo tempo. La ripresa è pura formalità. Girandola di cambi da entrambe le parti e Accademia sempre a capo delle operazioni. Al 6' il subentrato Gongora cerca il gol di testa su cross di Ameli, ma la palla rotola a lato. Il gol lo meriterebbe Baldacci quando 2' più tardi parte palla al piede da metà campo e guadagna l'area di rigore avversaria, ma Salvador è bravissimo a distendersi e a deviare in angolo la precisa conclusione del centrocampista dell'Accademia. Al 24' Spallacci sciupa l'occasione gol più nitida dei secondi 45' e nel finale una deviazione su un bolide di Laggiri nega il gol della bandiera al Borgo Podgora.