Notizie

Aperto il nuovo piazzale est della Stazione Tiburtina

Favorirà la viabilità nella zona, facilitando l’accesso e l’uscita dalla stazione, che secondo il sindaco Marino: "Diventerà il nodo ferroviario più importante del nostro Paese"



Image titleNuova viabilità per la stazione Tiburtina: aperto al transito il piazzale est (lato Pietralata) della stazione, con le nuove rampe che consentono l’accesso alla nuova Circonvallazione Interna in entrambe le direzioni (Salaria e San Giovanni). In più viene attivata la nuova linea 548 (Stazione Tiburtina – metro C Parco di Centocelle, passando per l’ospedale Pertini e per la metro B Monti Tiburtini).

Si aggiunge così un altro tassello al completamento del quadrante est della città, dopo l’apertura della rinnovata stazione Tiburtina (novembre 2011) e della nuova Circonvallazione Interna (aprile 2012). I vantaggi: miglioramento del traffico in zona, facilitato l’accesso e l’uscita dalla stazione, mezzi pubblici in partenza anche dal lato di Pietralata, parcheggio più facile (già esistenti 450 posti auto, altri 430 nei prossimi mesi).

Nel contempo proseguono i lavori di completamento della viabilità interna allo SDO (sistema direzionale orientale), a partire dal raddoppio di via dei Monti di Pietralata.

Image title"Questo risultato rientra in quel lavoro di ricucitura della città che stiamo portando avanti, anche per cogliere quella grande opportunità che è la candidatura alle olimpiadi Roma 2024” ha detto il sindaco di Roma, Ignazio Marino, presente all'inaugurazione. “Iniziamo quindi – ha aggiunto - proprio con lavori di ricucitura e di costruzioni di hub di rilevanza nazionale come la stazione Tiburtina, luogo dove già oggi passano oltre 500 treni al giorno e diventerà il nodo ferroviario più importante del nostro Paese. Servizi e viabilità arriveranno prima delle persone a differenza del passato quando arrivavano dopo o mai".

L’intervento, realizzato da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS), costituisce per la Capitale una novità assoluta: “è la prima volta nella storia di Roma”, sottolinea l’Assessorato ai Lavori Pubblici, “che un’area di grande valore strategico viene dotata di tutti i servizi pubblici e infrastrutturali (strade, collettori, trasporti) prima dell’arrivo delle imprese private”. Imprese che potranno così “investire in un’area già servita e immediatamente collegata con il resto della città”. Sarà così, ad esempio, “per il nuovo quartiere direzionale BNL”.