Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Aprilia all'ultimo respiro! Montella beffa il Terracina al 94'

De Angelis e Mangiarotti non bastano ai tigrotti, le rondinelle agguantano il pari nel finale



TERRACINA - APRILIA  2-2

MARCATORI 5’ pt rig. De Angelis (T), 9’ st Roversi (A), 19’ st Mangiarotti (T), 49’ st Montella (A)

TERRACINA Maggioni, Abachisti, Primo, Mangiarotti, Benedetti, Ortega, Paulis (42’ st Cordeddu), Paruzza, De Angelis, D’Agostino (13’ st Prieto Currais), Sopcic (43’ pt Lorusso). PANCHINA Cipolla, Botta, Serapiglia, Campobasso, Flamini, Pernasilio. ALLENATORE Celestini.

APRILIA Caruso, Montella, Esposito, Maola (42’ pt Cannariato), Crepaldi (1’ st Molinari), Sossai, Cioè, Fabiani, Roversi, Pagliaroli, Giangrande (23’ st D’Ambrosio). PANCHINA Casciotti, Chiarucci, Toto, Cannariato, Areni, Schiumarini, Mele.  ALLENATORE Fattori.

ARBITRO Guida di Salerno

ASSISTENTI Galluccio e Pallini di Avellino

NOTE Espulso al 41’ pt  Benedetti (T) per doppia ammonizione. Ammoniti Esposito, Crepaldi, De Angelis, Ortega. Rec.1’ pt – 4’ st


Image titleI tigrotti, messo in tasca il passaggio in Coppa Italia a sfavore dei cugini del Fondi, non riescono ancora a fare bottino pieno in campionato. Contro l’Aprilia, infatti, in uno stadio “Colavolpe” ancora chiuso alle tifoserie per problemi di sicurezza, finisce in parità. Due punti in due partite per il tecnico Celestini dopo lo 0:0 ad Isola Liri e con parte della partita giocata in inferiorità numerica. Primo pareggio in campionato, invece, per l’Aprilia del tecnico Fattori reduce dalla vittoria casalinga contro l’Astrea. Entrambe le compagini hanno messo in campo il giusto agonismo dando vita ad una partita vivace, giocata a ritmi sostenuti. Passano appena quattro minuti dal fischio di inizio che, su azione offensiva dei biancocelesti, è Esposito a commettere fallo su De Angelis costringendo il direttore di gara a fischiare il calcio di rigore. E’ lo stesso attaccante ad incaricarsi del tiro dagli undici metri gonfiando la rete alle spalle di Caruso per il vantaggio pontino. Dieci minuti più tardi sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi con Paruzza che trova Caruso pronto a parare. Al 20’, sugli sviluppi di un calcio dalla bandierina, è Maola a tentare di pareggiare i conti colpendo in pieno il palo. Non molla l’Aprilia e va nuovamente vicina al gol con una punizione a girare di Esposito che impegna Maggioni, ma non riesce a cambiare il risultato. Al 41’ altra ghiotta occasione sprecata per i romani con Pagliaroli che scatta sul filo del fuorigioco e viene fallosamente bloccato da Benedetti. Il direttore di gara alza per la seconda volta il cartellino giallo al calciatore anticipandogli la doccia e assegna la punizione alla squadra di Fattori. Sul pallone ancora Esposito che stampa la sfera dritto sulla barriera. Allo scadere del tempo è l’estremo difensore terracinese a complicarsi la vita ed è ancora l’Aprilia a sfiorare il pareggio con Roversi. Nella ripresa l’Aprilia calca sull’acceleratore. Complice una difesa confusionaria, la squadra di Fattori ci prova prima con Giangrande anticipato da Maggioni poi, al 6’, è Cioè a calciare sul fondo da distanza ravvicinata. La rete però è nell’aria ed arriva tre minuti più tardi con Roversi su assist di Cioè. Nel momento più vivo dell’Aprilia, il Terracina trova la sua reazione con Mangiarotti che, al 19’, sorprende Caruso con una carambola mettendo a segno il gol del 2:1. L’Aprilia non ci sta e, al 24’, tenta di riportare il risultato in parità con Pagliaroli la cui rete viene annullata per fuorigioco. I biancoazzurri cercano di mettere al sicuro il risultato prima con una punizione di Prieto Currais  dalla distanza, a cui Caruso si oppone, poi con un tiro di Paruzza che colpisce in pieno il palo e, al 33’, con un tiro di Ruben Primo su azione solitaria. Nei minuti finali però c’è solo l’Aprilia tenace nel voler pareggiare i conti. Il forcing della squadra trova la via del pareggio al 49’ con il colpo di testa di Montella. Per i tigrotti adesso la testa è al derby contro il Fondi della prossima domenica. L’Aprilia, invece, ospiterà l’Anzio Lavinio reduce dalla sonora sconfitta contro l’Ostia Mare.