Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Aprilia e Palestrina non si fanno male: finisce 1-1

Padroni di casa avanti nella prima frazione, poi nella ripresa arriva il pareggio ospite



23a Giornata
1 - 1

APRILIA (3-5-2): Caruso; Montella, Sossai, Esposito; Cioè, Cannariato, Crepaldi (22’ s.t. Rante), Fabiani (37’ s.t. Visone), Giangrande; Roversi (48’ s.t. Chiarucci), Pagliaroli. A disp.: Casciotti, Trincia, Schiumarini, Marchetti, Mele, Tozzi. All.: Fattori
PALESTRINA (5-3-2): Palombo; Pavic, Capuano, Mucciarelli, Pralini, Ruggiero; Della Penna, Lepore (13’ s.t. Tajani), Ceccarelli S.; Bosi (39’ s.t. Neccia), Ceccarelli F.. A disp.: Refice, Massimi, Cangiano, Rossi, Proietti, Pieroni, Bezziccheri. All.: Cangiano
Arbitro: Severino di Campobasso Marcatori: 44’ p.t. Roversi (A); 10’ s.t. Bosi (P)
Note: Spettatori: 175. Espulsi: 45’ s.t. Esposito per gioco non regolamentare. Ammoniti: Cioè, Cannariato, Visone; Pralini, Mucciarelli, Pavic, Palombo. Angoli: 4 – 3. Recuperi: 1’ p.t.; 4’ s.t.

Il Quinto RicciAPRILIA – Pareggio casalingo per l’Aprilia, che non riesce ad andare oltre l’1 a 1 contro il Palestrina. Grande rammarico per i ragazzi di mister Fattori che non hanno sfruttato le tante occasioni create, soprattutto nel primo tempo. La prima al 20’, con una bella sponda di Roversi per l’accorrente Pagliaroli che però dal dischetto non riesce ad inquadrare la porta con il sinistro. Al 26’ ancora Pagliaroli protagonista, con una conclusione al volo, sempre di sinistro, su cross rasoterra di Giangrande, ma la palla finisce alta. Al 34’ ci prova Cannariato con un destro dalla distanza, ma anche la sua mira è imprecisa. Al 38’ Pagliaroli si smarca sulla destra e pesca bene sull’altro versante Fabiani, il cui sinistro è deviato in angolo da Palombo. Proprio dalla bandierina Cannariato prova a sorprendere l’estremo difensore del Palestrina con una conclusione a rientrare, ma Palombo è attento. Al 44’ Roversi, tagliando sul primo palo, riesce a deviare in porta il bel cross di Giangrande, portando finalmente in vantaggio le rondinelle. Per lui 14° gol stagionale. L’inizio del secondo tempo è appannaggio degli ospiti, che dopo 2’ mettono in difficoltà Caruso con una punizione da lontano di Ruggiero. La respinta incerta del numero uno pontino arriva sui piedi di Mucciarelli, il cui cross basso è respinto in angolo da Sossai. Proprio sugli sviluppi del corner si crea una mischia nell’area piccola dell’Aprilia, con la palla che va a sbattere sul palo prima di essere liberata dalla difesa bianco-azzurra. Al 10’ un errore in fase di disimpegno spalanca la strada a Bosi, che a tu per tu con Caruso realizza il gol del pareggio. Passano solo 2’ e Pagliaroli ha l’occasione buona per riportare avanti i suoi, ma il suo destro dal limite non trova la porta. Al 22’ ancora Caruso protagonista: punizione dalla sinistra, all’altezza quasi del centrocampo, di Ruggiero che mira direttamente all’incrocio lontano; il portiere apriliano non si fa sorprendere. Prima dell’inizio del recupero viene allontanato dal campo Esposito per un fallo commesso ai danni di Pavic: il giocatore del Palestrina era a terra e il difensore dell’Aprilia lo ha colpito arretrando. Esposito dava le spalle a Pavic, quindi sembrava un colpo involontario. Non è stato dello stesso avviso il signor Severino di Campobasso. All’ultimo respiro ci prova anche Sossai da lontano, non riuscendo però ad impensierire Palombo.