Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Aprilia, la risolve Roversi tra le proteste castellane

Il bomber delle rondinelle entra nella ripresa e regala i tre punti alla compagine di Fattori. Il Cynthia chiude in nove in una partita contestatissima



22a Giornata
0 - 1

MARCATORI Roversi 32’st 

CYNTHIA Scarsella, Cacciotti, Carta, Bellini, Leccese, Bagaglini, Senesi (1’st Bianchi), Bendia (9’st Marchetti), Hasa (25’st Mortaroli), Delgado, Peressini PANCHINA Scarfagna, Martena, Facondini, De Angelis ALLENATORE Rughetti 

APRILIA Caruso, Maola, Toto, Visone, Crepaldi, Sossai, Schiumarini, Fabiani (29’st Cannariato), Tozzi (21’st Roversi), Pagliaroli, Cioè PANCHINA Casciotti, Chiarucci, Bonanni, Trinca, Fortunato, Areni, Mele ALLENATORE Fattori 

ARBITRO Raffaele Agrò di Terni  

ASSISTENTI Antonaglia di Roma 1, Rabotti di Roma 2

NOTE Allontanato mister Rughetti (C) al 43’pt per proteste. Espulsi Cacciotti (C) al 36’pt per doppia ammonizione, Bagaglini (C) per gioco scorretto. Ammoniti Hasa, Toto, Visone, Crepaldi, Marchetti Angoli 7-4 Rec. 3’pt – 3’st


Ha messo tutto il coraggio possibile, ma alla fine il Cynthia cede l’intero bottino all’Aprilia, che grazie al sigillo di bomber Roversi porta a casa tre punti che la proiettano in zona playoff. Una partita strana al Comunale, fortemente condizionata dal direttore di gara, eccessivamente severo e poco uniforme nelle decisioni. Nel primo tempo, infatti, nel miglior momento castellano, il sig. Agrò di Terni ha espulso per doppia ammonizione Cacciotti. Decisione severa, ma non del tutto sbagliata. Nella ripresa però il rosso diretto a Bagaglini ci è sembrato quasi inconcepibile. I castellani in nove hanno provato a metterci la grinta ma non è bastato: l’Aprilia, che avrebbe potuto sfruttare maggiormente la superiorità numerica, ringrazia il solito Roversi che leva le castagne dal fuoco al 32’ e regala i tre punti ai biancocelesti.  

Image title
Primo tempo.
Dopo il fischio iniziale dell’arbitro, e dopo i classici dieci minuti di studio, il Cynthia colleziona la prima, grande, occasione da gol: Delgado sulla sinistra scarica verso Carta, cross del capitano verso Hasa che imbecca alla grande l’ex attaccante del Palestrina. Sinistro potente ribattuto dal portiere ed Bendia, appostato a pochi passi, fallisce il tap-in spedendo alto sopra la traversa. Passata la paura, arriva la risposta immediata dell’Aprilia che trova il gol con Tozzi di testa, ma l’arbitro annulla per la disperazione della panchina. La partita si fa più emozionante, il Cynthia si fa pericolosissimo al 24’ quando a seguito di un calcio d’angolo dalla destra Delgado sbuca sul secondo palo, ma non inquadra il bersaglio grosso per una questione di centimetri. Insomma, i padroni di casa collezionano le migliori occasioni, ma arriva la notizia più brutta: al 36’ infatti, contropiede di Maola sulla destra, Cacciotti lo atterra e l’arbitro tira fuori il secondo giallo nei confronti del numero 2, molto ingenuo nella circostanza. Cynthia in dieci. Nonostante l’inferiorità numerica sono ancora i castellani a sfiorare il vantaggio con un bel diagonale di Delgado, ma non sembra giornata: sfera ancora a lato di un soffio. 


Seconda frazione.
Al pronti-via subito un cambio per i locali: mister Rughetti sostituisce Senesi e lancia nella mischia Bianchi che si sistema sull’out di destra. Al rientro dagli spogliatoi, l’Aprilia cerca di prendere in mano le redini del gioco e poco dopo il decimo collezionerà una doppia occasione: prima al 13’ proveranno la conclusione sia Pagliaroli che Tozzi (tiro respinto in entrambe le circostanze), poi dal successivo calcio d’angolo lo stesso Pagliaroli proverà il colpo di testa in tuffo nell’area piccola ma incredibilmente sparerà al lato. In dieci ma il coraggio non manca in casa Cynthia. Al 21’ ci prova Marchetti con un gran tiro al volo, la palla si abbassa, ma troppo tardi. In generale dobbiamo segnalare un arbitraggio veramente troppo severo: il signor Agrò di Terni, infatti,  rovina la partita e al 27’ espelle Bagaglini per un fallo su Pagliaroli punibile, al massimo, con un cartellino giallo. Cynthia addirittura in nove. Inevitabilmente l’Aprilia preme sull’acceleratore e al 32’ arriva il gol, sempre con bomber Roversi che impiega quindici minuti per gonfiare la rete, incornando di testa un calcio d’angolo di Crepaldi: 0-1. La partita adesso è veramente in salita per il Cynthia, poiché Delgado là davanti è completamente solo ed è difficile per l’undici di Rughetti creare occasioni da gol: probabilmente meriterebbe il pareggio, ma la difesa delle rondinelle si difende bene e dopo tre minuti di recupero l’arbitro decreta la fine della partita: l’Aprilia ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo.