Notizie

Aprilia, le dichiarazioni dei tecnici Cappiello e Bussi

I mister dei Giovanissimi e degli Allievi parlano dei rispettivi gruppi in vista dei match del week end in arrivo



Stefano Cappiello tecnico dei GiovanissimiTerza giornata di campionato alle porte per i Giovanissimi Regionali Eccellenza fascia B, che domenica ospiteranno l’Urbetevere, una delle corazzate del girone. Mister Stefano Cappiello, dopo lo 0-6 subìto dal Frosinone all’esordio, già nella gara col Ciampino ha visto dei segnali positivi che possono dar fiducia per il proseguimento del campionato: "La personalità mostrata con il Ciampino va sicuramente sottolineata. Non è mai facile scendere in campo dopo aver subìto un passivo così pesante nella gara precedente. Pensavo anch’io che il contraccolpo potesse essere più pesante, invece sono stato piacevolmente smentito dai ragazzi. Hanno disputato un’ottima gara, alcuni episodi sfortunati ci hanno impedito di vincere, ma non va dimenticato che a cinque minuti dal termine abbiamo sbagliato un rigore che ci avrebbe potuto regalare per lo meno il pareggio. Ma in questo inizio di stagione le cose girano così, quindi ci rimbocchiamo le maniche e continuiamo a lavorare".“Lavoro”, dunque, è la parola d’ordine per ripartire. E con ragazzi così giovani non si può prendere in considerazione un singolo aspetto, ma si deve avere una visione d’insieme dei miglioramenti da apportare: "Si deve lavorare in maniera armonica sia sulla fase difensiva che su quella offensiva. Certo che incontrando avversari come Frosinone, o anche Urbetevere, il rischio che il lavoro tattico non sia sufficiente si corre sempre. Accanto a questi aspetti, ci dobbiamo mettere anche il cuore, il coraggio di giocare contro questi avversari. Il loro livello, per storia e tradizione, è molto elevato: il nostro scopo è raggiungerlo, o almeno avvicinarci il più possibile".
Maurizio Bussi tecnico degli allieviSeconda trasferta stagionale per gli Allievi Regionali Eccellenza fascia B, che sabato saranno ospiti della Pro Roma. Dopo le prime due sconfitte stagionali, per la squadra di mister Maurizio Bussi è tempo di reagire. E il primo passo è quello di non farsi condizionare dalle gare fuori casa: "Non credo ci sia una grande differenza tra una partita casalinga ed una in trasferta. L’aspetto fondamentale è l’atteggiamento con cui si affronta una gara, indipendentemente se sia tra le mura amiche o in campo avversario. Dobbiamo imparare ad affrontare le due situazioni alla stessa maniera". Dopo la prima sconfitta qualche recriminazione per un atteggiamento non ottimale poteva anche esserci da parte di mister Bussi, ma nella seconda gara il tecnico apriliano ha visto dei miglioramenti che lasciano ben sperare per il futuro: "Nonostante sia arrivato un secondo risultato negativo, ho visto una squadra completamente diversa rispetto alla gara d’esordio. La Vigor Perconti è tra le squadre più forti del nostro girone, ma noi li abbiamo affrontati alla pari, a viso aperto e testa alta. La sconfitta non era meritata, ma ora mi aspetto che questo atteggiamento da vincenti venga confermato anche con la Pro Roma. La mentalità giusta si costruisce con l’applicazione in allenamento, sia dei ragazzi ma anche mia. Dobbiamo continuare così, senza correre il rischio di calare la tensione quando si affrontano squadre meno blasonate. Sabato scorso siamo stati super concentrati perché l’avversario era di livello, nella prossima gara affronteremo una squadra meno attrezzata, ma non vuol dire che l’impegno vada sottovalutato. Una volta capito che tutti gli avversari vanno affrontati allo stesso modo, allora potremo fare la nostra parte in questo campionato".