Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Aprilia, parla Fattori: "Inserirci nel girone H non ha logica"

Il tecnico commenta i raggruppamenti, poi si sofferma sul settore giovanile



Mauro FattoriUna panoramica a 360 gradi. Mauro Fattori non ricopre solo l’incarico di allenatore della prima squadra all’interno dell’Aprilia: è infatti anche il coordinatore dei tecnici del settore giovanile delle rondinelle. Per inquadrare quale stagione attende la squadra pontina a tutti i livelli, allora, non si poteva trovare persona più adatta. Si parte, come d’obbligo, da ciò che lo riguarda da più vicino, la Serie D, con l’inclusione delle rondinelle nel Girone H con squadre pugliesi, campane e lucane: «Non possiamo conoscere direttamente cosa andremo ad affrontare, e questo è già un primo aspetto che mi piace poco visto che avevamo la possibilità di partire con informazioni e conoscenze sulla maggior parte delle squadre quindi sulle caratteristiche intrinseche del girone, mentre ora questo risulta sicuramente meno agevole se non per tre o quattro squadre. Ma in fondo è un aspetto secondario, perché la nostra capacità principale deve essere quella di mettere in campo le qualità necessarie ad affrontare in modo adeguato la partita. La cosa che mi lascia davvero perplesso riguarda l’aspetto logistico: la scelta di inserire l’Aprilia in questo girone non trova una logica, da squadra più giovane d’Italia, aspetto che verrà confermato, rischiamo quest’anno di vincere il premio come la squadra con più chilometri sulle spalle. C’erano soluzioni più agevoli, che però per qualche motivo non sono state prese in considerazione». 

Come detto, però, questo incontro con mister Fattori verte anche sulle squadre giovanili delle rondinelle, da sempre un aspetto particolarmente curato dalla società: «Si è instaurato un proficuo rapporto di confronto con i tecnici del nostro vivaio, il che è senz’altro positivo per la crescita dei ragazzi di cui ci occupiamo. E d’altronde, una società che costruisce la prima squadra principalmente su giocatori cresciuti nelle proprie giovanili non può che agire in questo modo, continuando a farli crescere. Dal punto di vista dei giocatori, poi, è positivo vedere già delineato il loro percorso all’interno di questa famiglia: mostrando le giuste qualità atletiche e tecniche sanno che possono arrivare al vertice di questa piramide e giocare in campionati importanti. Sanno che questo è il progetto della società e deve essere la loro massima, o anche minima in alcuni casi, ambizione». Più nello specifico, mister Fattori ha provato a fare un’analisi delle varie squadre: «I Giovanissimi Fascia B si confrontano nel campionato Elite, ma siamo convinti che il gruppo abbia le qualità necessarie per affrontare quello che probabilmente è il campionato più difficile, visto che ci sono i vivai di squadre professionistiche. Per l’altra categoria dei Giovanissimi dobbiamo ancora attendere le decisioni sui ripescaggi, che potrebbero portarci anche qui al livello Elite. A livello regionale potremo puntare alle posizioni di vertice, a livello nazionale saremo sicuramente in grado di fare un’ottima figura, anche se con qualche difficoltà in più. Gli Allievi Fascia B Elite sono una categoria in cui abbiamo sempre fatto bene, quindi ci teniamo particolarmente. Il gruppo è numeroso e di qualità, con alla guida un mister con grande esperienza e qualità. Gli Allievi Regionali hanno qualche incognita in più, ma possiamo puntare a conquistare la categoria Elite. La Juniores è nelle mani di mister De Min, il più esperto dei nostri allenatori, il che aumenta la possibilità di fare bene dopo un anno di transizione, visto che la passata stagione è stata depredata per formare la prima squadra».