Notizie

Aprilia, per i Fascia B Elite due avversarie difficili

I Giovanissimi di Cappiello sfidano il Ciampino, mentre gli Allievi di mister Bussi ospitano la Vigor Perconti



Stefano CappielloL’esordio con il Frosinone non è stato molto positivo per i Giovanissimi Regionali Fascia B di mister Stefano Cappiello, ma è ora di lasciarsi quella gara alle spalle e di concentrarsi sulla gara di sabato contro il Ciampino. Il tecnico ha lavorato in questa settimana sulle situazioni che secondo lui hanno caratterizzato la sconfitta nella gara precedente: "Alcuni aspetti del gioco forse li davamo per scontati, mentre ora abbiamo capito che su certe cose bisogna lavorare. Nulla di grave, non c’è niente di irreparabile dopo una sola gara. Voglio però sottolineare che il risultato è bugiardo, non c’è tutto quel divario tra noi e loro. Ma ormai quella gara è il passato, siamo fiduciosi nel lavoro che stiamo portando avanti, quindi non ci sono motivi per abbattersi".

Ma si sa, le sconfitte bruciano, soprattutto ai ragazzi più giovani. Il lavoro dell’allenatore sarà fondamentale per incanalare la rabbia e la delusione sui giusti binari per reagire al meglio già da sabato: "La prima cosa che ho detto ai ragazzi al termine della gara è che la colpa non è loro, ma di chi li ha mandati in campo non preparati al meglio. Erano un po’ abbattuti dopo la gara, è normale che sia così. Ma al ritorno sul campo di allenamento lunedì li ho visti molto carichi e determinati. E questo è il miglior segnale che potessi ricevere".


Allievi.  Sarà la Vigor Perconti l’avversaria dell’esordio casalingo degli Allievi Regionali Fascia B di mister Maurizio Bussi. Sabato il tecnico e i suoi ragazzi cercheranno la prima vittoria stagionale, dopo il pareggio ottenuto nella prima sfida della scorsa settimana. La ricetta per i primi tre punti mister Bussi ce l’ha: "Credo sia presto per dire cosa c’è di buono e cosa va corretto. Però la fase di non possesso è stata interpretata molto bene dai ragazzi, da quel punto di vista sono molto soddisfatto, nonostante si tratti solo della prima gara. La fase di possesso, invece, va un pochino rivista, perché abbiamo fatto un po’ di fatica e dovremo lavorare per migliorare questo aspetto. Non che le occasioni da gol siano mancate, visto che abbiamo colpito ben tre pali ed abbiamo avuto altre due nitide occasioni da gol".

Aver disputato una buona gara dal punto di vista difensivo facilita il complito dell’allenatore, che ora può concentrare le sue attenzioni su un discorso prettamente incentrato alla fase di finalizzazione: "Non si tratta di migliorare la tecnica individuale dei ragazzi per far si che facciano gol. È un discorso tattico quello che su cui dobbiamo lavorare: tramite la comprensione dei dettagli tattici di una partita si può arrivare alle situazioni di conclusione in condizioni migliori, aumentando le possibilità di fare gol".