Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Aprilia, si riparte dalle certezze: l'estremo difensore Giuseppe Caruso resta, panchina affidata a Michele Bilotta?

In attesa della nomina del nuovo presidente, in casa biancoceleste arrivano le prime novità: bomber Roversi obiettivo numero uno



Image titleUn'altra fumata nera chiude l'ennesima settimana di trattative sul fronte societario dell'Aprilia. Eppure, sebbene a rilento e senza una precisa linea che solo il futuro presidente potrà tracciare, il mercato biancoazzurro si muove, mostrando segni di una vitalità della realtà apriliana tutt'altro che scontata dopo le delusioni di fine stagione. In una squadra che andrà ricostruita praticamente da zero, e in tempi strettissimi, l'unico punto fermo al momento si chiama Giuseppe Caruso. L'estremo difensore infatti ha manifestato totale disponibilità a restare, e partecipare alla ricostruzione di un edificio che a quanto pare prenderà forma proprio attorno alla sua porta. Si lavora sodo inoltre per tamponare l'emorragia di giocatori dell'ex squadra di Ferazzoli. Sarà molto difficile trattenerne la maggior parte, attratti da club che promettono loro la permanenza in categoria. Minimi spiragli sembrano aprirsi per Marco Fabiani e Pietro Rante, centrocampisti provenienti dal settore giovanile, anche se i dirigenti non si fanno molte illusioni. Negli ultimi giorni poi si sono accavallate voci su un possibile contatto tra il clubbiancoazzurro e Cristiano Roversi, bomber di indubbia qualità che nella passata stagione ha contribuito non poco alla buona affermazione dello Sporting Real Pomezia nel campionato d'Eccellenza. Fonti dei due club confermano i contatti, mostrando una sintonia che farebbe ben sperare. Tuttavia mancano ancora dettagli importanti di un'operazione che difficilmente potrà vedere la luce prima di metà luglio. Sempre più certo intanto l'affidamento della panchina a Michele Bilotta, tecnico esperto dell'ambiente e delle potenzialità di molti giovani apriliani, sui quali si punterà molto nel prossimo campionato, che rappresenta decisamente la miglior soluzione in questo momento. Quanto allo staff tecnico-dirigenziale, sarà difficile per i futuri soci del club, e per il fururo presidente, non tenere conto del lavoro del personale del settore giovanile, che in queste giornate caldissime sul fronte societario sta gestendo il delicato interim tecnico della prima squadra. Infine, per l'iscrizione alla Serie D è tutto pronto, giurano i dirigenti, e si attende solo la nomina del nuovo patron, ritardata da trattative complesse coi diversi imprenditori interessati al progetto e, pare, con la stessa amministrazione comunale per questioni burocratiche.