Notizie

Ariccia, al via la raccolta "differenziata su misura"

Il 1ª Ottobre partirà il nuovo sistema a tariffa puntuale che permetterà di realizzare un sistema di raccolta per ogni cittadino, chiamato alla piena collaborazione e che verrà remunerato con sconti in bolletta



Momento della conferenza stampaAriccia dal 1 ottobre parte con il nuovo sistema a Tariffa puntuale che permetterà di realizzare un sistema di “raccolta differenziata su misura” per ogni cittadino, chiamato alla piena collaborazione e che verrà remunerato con sconti in bolletta a partire dal 2016.  Alla conferenza stampa di presentazione hanno preso parte oltre all’assessore all’Ambiente di Ariccia Fabrizio Profico e la dirigente comunale dott.ssa Claudia Tarascio, anche il Direttore di Esecuzione del Contratto ing. Salvatore Genova della soc. Esper e la ditta che gestisce il servizio di raccolta e spazzamento Asa Ambiente. “Un obiettivo raggiunto e una promessa mantenuta da questa Amministrazione – afferma l’assessore all’Ambiente Fabrizio Profico – che ha puntato con convinzione su politiche ambientali che portino alla riduzione del rifiuto, fino all’ambizioso progetto dei Rifiuti Zero. Con questo nuovo metodo passeremo da un già buono 63% di differenziata a oltre il 70 % già nel 2016 (previsto da contratto con la ditta Asa) e ogni cittadino virtuoso deve sapere che il suo rifiuto differenziato permetterà sconti sulla sua bolletta poiché sarà il Comune di Ariccia che venderà il differenziato ai Consorzi di filiera e restituirà ai cittadini il frutto del loro impegno. Il Comune poi metterà a disposizione dei cittadini molteplici iniziative e accorgimenti per facilitare la differenziata, dando incentivi economici ai virtuosi e contemporaneamente inasprendo controlli e sanzioni per chi non rispetta la Città e danneggia (anche economicamente) la comunità. Inoltre entro fine 2015 inaugureremo la 2^ isola ecologica per Ariccia sud a via Campoleone che avrà anche al suo interno uno spazio dedicato al riuso”. È iniziata ieri con la presentazione alla stampa la campagna di informazione alla cittadinanza sulla nuova modalità di raccolta che vede Ariccia quale pioniera del Lazio, prima città con questo sistema che si basa sulla contabilizzazione degli svuotamenti del rifiuto indifferenziato mediante il trasponder (un chip all’interno del contenitore che funziona come il telepass, comunicando con l’automezzo e l’operatore). La tariffa infatti sarà composta da una parte fissa data dai costi del servizio di raccolta e spazzamento stradale e dagli “svuotamenti minimi” che ogni famiglia produce. La parte variabile invece è data da quanto impegno ogni famiglia mette nel ridurre i conferimenti di indifferenziato (pagando sulla base degli svuotamenti, ogni cittadino esporrà il contenitore solo quando sarà pieno).  La fondamentale fase di monitoraggio fino al 31 dicembre, servirà per rilevare la produzione dei rifiuti dell’intera Città e delle famiglie, ottimizzando il servizio, e permetterà di comporre la nuova tariffa con la scontistica e il nuovo regolamento. Si auspica quindi il maggior coinvolgimento e responsabilità di ogni cittadino. Molte le novità e le migliorie del servizio che vanno dalla raccolta degli abiti usati a domicilio (con apposito sacco 1 volta al mese) alla raccolta separata per chi ne farà richiesta (modulo da scaricare dal sito del Comune o della ditta Asa) dei pannolini e pannoloni. Entrambe le iniziative permetteranno di ridurre ulteriormente l’indifferenziato e quindi di abbassare ulteriormente la bolletta. Si punterà anche molto sul compostaggio domestico, che permetterà ulteriori riduzioni e ancora saranno presenti 3 distributori automatici (isola ecologica, sede comunale, Fontana di Papa) di sacchetti per la differenziata, 6 kit all’anno per famiglia. Inoltre l’isola ecologica avrà una sbarra e l’accesso sarà consentito solo con tessera sanitaria ai soli residenti e avrà la strumentazione per pesare il rifiuto indifferenziato cosa che permetterà al cittadino, che avrà un’apposita tessera, di avere dei punti premio che possono venire spesi presso la Casa dell’Acqua sotto al ponte o in attività commerciali per le quali sono in corso contatti per accordi.