Notizie
Categorie: Giovanili - Allievi

Armenia straordinario prima e dopo il gol subìto. Mambrini ok, ma fallisce il match ball

Voto alto per entrambi gli allenatori. Davide Ferri è super, Volpato la combina grossa. Brillano i '98 Ferrari e Nargiso Galasso. Tra i campioni Carpentieri, Tomei e Spaziani fanno la differenza



PAGELLE OSTIA MARE 

Quattrotto 7 E’ incolpevole sul gol del Savio e nel secondo tempo supplementare compie una parata straordinaria su Abbruzzetti. Dal dischetto è addirittura l’unico dei suoi a buttarla dentro. Ammirevole. 

Giorgini 6 Prestazione sufficiente. Contiene bene D’Amelio nel primo tempo, ma cala nella seconda frazione. 

Pitzianti 5.5 Buona la fase offensiva, ma lì dietro Carpentieri gli scappa via troppo spesso.Tira un sospiro di sollievo quando il talento del Savio viene sostituito. 

Colafati 5.5 Ha delle responsabilità sul gol del Savio. Carpientieri lo brucia in velocità con estrema facilità e sigla il vantaggio. Dopo l’errore, però, reagisce molto bene ed esce dal campo a testa alta. 

Volpato 4.5 Al 15’ dellaripresa si becca il secondo cartellino giallo per un fallo inutile su D’Amelio e lascia i suoi in dieci nel momento chiave del match. Ingenuità clamorosa. 

Ottavi 6 Si sistema in cabina di regia anche se appare un po’ sottotono. Il talento c’è ma gioca a sprazzi per tutta la partita. 

Bandini 6 Comincia a destra nel tridente d’attacco e appare sempre propositivo. Manca il guizzo finale. 

D. Ferri 7.5 Un giocatore semplicemente incredibile. E’ uno dei migliori talenti della nostra regione e lo ha dimostrato ancora una volta. Fa sempre la cosa giustae addirittura a volte è troppo altruista. Ricordatevi il suo cognome: ne sentirete parlare in futuro. 

Walter Mambrini © photosportiva.it

Mambrini 6.5Realizza il gol del pari approfittando dell’errore di Armenia illudendo i suoi. Nei supplementari spara alto a pochi passi dalla porta e nel finale viene espulso. Era un rigorista, peccato. 

Mangano 6 Agisce da interno di centrocampo. Tanta corsa e sacrificio. 

Ferrari 6.5 Un classe ’98 veramente interessante. Sfiora il gol a inizio ripresa e sfoggia notevoli capacità tecniche. In casa Ostia Mare c’è un piccolo diamante. 

S. Ferri (dal 3’sts)  6  I rigori li sbaglia chi ha il coraggio di tirarli

Fusco (dal10’sts) 6 Vale il discorso sopra   

Allenatore Patanella 7. Che dire, questa Ostia Mare è stata semplicemente da applausi. Nonostante il mister non fosse presente in panchina (espulso contro la Perconti), abbiamo riconosciuto nei suoi ragazzi il marchio di fabbrica che lo contraddistingue, ovvero un cuore grande così. La finale è andata al Savio, ma di fronte a questa squadra noi il cappello ce lo togliamo ugualmente. 


PAGELLE SAVIO 

Marco Armenia © photosportiva.it

Armenia 7.5 Il gol dell’Ostia Mare arriva dopo un suo errore è vero, ma l’estremo difensore ospite è uno dei protagonisti di questa finale. Salva i suoi con un paio di parate stupende e neutralizza ben due penalty nella lotteria dei calci di rigore. Essenziale. 

Mezzopra 5.5 Poco in fase offensiva, mentre dietro compie un paio di brutte disattenzioni. 

Liviello 6 Corre molto e copreabbastanza bene la fascia di sua competenza. 

Tomei 6.5 Il capitano del Savio è uno degli elementi più importanti della squadra. Si fa sentire incampo e respinge alla grande un tiro a botta sicura di Mangano nelsecondo tempo. 

Nargiso Galasso 6 E’ l’unico’98 del Savio a partire titolare. Non sfigura. 

Matarazzo 5.5 Ha il compito di fermare Ferri e non è affatto facile. Non sempre ci riesce. 

Carpentieri 7 Gioca un tempo emezzo a grandissimi livelli. Realizza un gol spettacolare dopo unadiscesa da brividi. Velocità e tecnica: un binomio perfetto per lui. 

Blasi 6 Buona gara per ilcentrocampista di Belardo. Fa il suo compito senza sbavature. 

Sette (dal 4’pts) 6.5 Entra nei supplementari e impatta alla grande sulla partita. Forze fresche fondamentali per gestire la sfera. 

Maione 6.5 Ottimo lavoro per il numero 9 biancoblu che dà profondità alla squadra e sfiora anche il gol nel primo tempo supplementare. 

Spaziani 6.5 Solita partita intensa per il centrocampista del Savio che sbaglia pochissimi palloni. 

D’Amelio 5.5 Nel tridente d’attacco si sistema a sinistra, ma non sembra in grandissima giornata. Mister Belardo lo farà uscire a metà secondo tempo. 

Cupelli (dal 20’st) 6.5 Entra a partita in corso e mette, con un gran pallone, Abbruzzetti a tu per tu con il portiere. Siglerà il quarto calcio di rigore per la sua squadra. 

Abbruzzetti (dal 17’st) 6 Ha voglia di mettersi in mostra e per poco non diventa l’eroe di giornata nel secondo tempo supplementare. Soltanto una grandissima parata di Quattrotto gli nega la gioia del gol. 

ALLENATORE Belardo 7 Le sue parole a inizio gara funzionano, tant’è che il Savio entra in campo con maggior convinzione. Forse ci aspettavamo qualcosina di più dopo la superiorità numerica, ma i biancoblu hanno dimostrato anche di saper soffrire e questo titolo è meritato. Adesso comincia la missione scudetto, adesso comincia la parte difficile e noi sappiamo soltanto una cosa. Il Savio vuole essere protagonista.