Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Arriva la conferma: Javier Adolfo Salas resta un altro anno alla Lazio

La società biancoceleste trova l'accordo con il "Cholito": "Giocare in un grande club comporta sempre della responsabilità"



Il "Cholito" Salas (Foto © Cantarelli/S.S. Lazio Calcio a 5)Con grande piacere la S.S. Lazio Calcio a 5 ufficializza il raggiungimento dell’accordo per la conferma in maglia biancoceleste del “cholito” Javier Adolfo Salas.


Javier Salas. Nato il 22 settembre 1993 ad Asuncion (Paraguay), il minore dei fratelli Salas se pur giovanissimo ha già un passato di tutto rispetto in Italia e non solo. Dal 2011 alla Lazio, che lo ha portato nel nostro campionato non ancora maggiorenne, dopo mezza stagione sempre in Serie A al Venezia nel 2012 è tornato a Roma per non muoversi più e diventare, nonostante la giovane età, una pedina importante nello scacchiere biancoceleste. Già da tempo nel gruppo della nazionale “albiroja” del Paraguay, ha partecipato tra le altre cose ai Mondiali di Tailandia 2012.- 


Con la rifondazione della squadra sei rimasto tra quelli che è alla lazio da più anni anche se sei tra i più giovani, senti responsabilità maggiori che in passato?

“Giocare con la Lazio comporta sempre una responsabilità, perché sappiamo tutti che è un grande club con una grande storia. Io farò il mio lavoro come sempre e darò tutto per cercare di vincere qualche cosa”.


Quanto può far bene questa Lazio?
“Non so dove potremo arrivare, quel che è certo è che diremo la nostra. Sono contento di trovare tanti ottimi compagni giovani e che potremo giocare ed allenarci insieme a giocatori fortissimi come Saùl o Paulinho”.


Si punta forte sull’Under 21, tu che eri tra i vincitori dello Scudetto lo scorso anno, pensi si possa ripetere questa impresa?

“Si, penso che si possa vincere di nuovo, è quello che spero vivamente e mi pongo come obiettivo per l’Under 21. Ci lavoreremo, adesso aspetto solo di arrivare a Roma, mettermi in forma con la preparazione ed iniziare a giocare di nuovo…”.