Notizie
Categorie: Dilettanti

ASD Frascati, poker al Valmontone firmato Andrea Ferri

Tiberi: “Siamo stati superiori, continuiamo così”. Domenica la trasferta contro la Roman: “D’ora in poi tutte le avversarie daranno il massimo per cercare di batterci, ma se vogliamo restare in testa non possiamo commettere passi falsi”



Mattia TiberiL’Asd Frascati inizia alla grande il girone di ritorno con un successo netto contro il Valmontone. Una super prestazione, da parte del team castellano, che vince 4-1 pur giocando in inferiorità numerica (espulso Bordoni) per oltre un tempo e torna a fare la voce grossa dopo l’opaco 1-1 di due domeniche fa contro il Grottaferrata. Assoluto protagonista Andrea Ferri, autore di uno strepitoso poker.
“Siamo scesi in campo molto determinati – spiega Mattia Tiberi – e abbiamo subito preso in mano la partita. A livello fisico-atletico non c’è stata storia, siamo stati di gran lunga superiori ai nostri avversari che hanno comunque lottato fino alla fine. Alla vigilia sembrava un match molto complicato, bravi noi a indirizzarlo subito dalla nostra parte e a chiuderlo quando ne abbiamo avuto la possibilità. Favoriti? E’ ancora presto, però di sicuro non ci sentiamo inferiori a nessuno e fino ad ora l’abbiamo dimostrato con i fatti. Però dobbiamo continuare così, perché fino al termine del campionato tutte le nostre avversarie daranno ancora di più per cercare di batterci”.
Domenica impegno da non sottovalutare sul campo della Roman, soprattutto a livello mentale. “Sono partite da affrontare senza guardare la classifica – continua il fantasista frascatano – si giocherà su un campo di terra, quindi ci sarà un’ulteriore difficoltà. Me se vogliamo arrivare in fondo non possiamo commettere passi falsi, soprattutto contro le formazioni di bassa classifica”.Per Tiberi, che proprio all’andata contro i capitolini rimediò la frattura del setto nasale, sarà una sfida particolare. “Ormai è acqua passata – conclude - anche se per un girone intero sono stato costretto a indossare un’apposita mascherina (domenica probabilmente sarà l’ultima volta). L’unica rivincita che posso prendermi è sul campo: una vittoria con gol sarebbe il massimo”.