Notizie
Categorie: Dilettanti

Atletico Morena, Albilli: "Lascio per la famiglia"

L'Annuncio della bandiera biancazzurra: "Anche se sono ancora giovane, a 32 anni preferisco stare più vicino a mia moglie e alle mie due bimbe"



Albilli ©Atletico MorenaUna vita (sportiva) per Morena e, da tre anni, per l’Atletico. Andrea Albilli, capitano (assieme a Simone Tarquini) della Prima categoria che ha appena chiuso al quarto posto il suo primo campionato da neopromossa, sembra proprio aver preso la decisione più difficile. «Credo sia il momento giusto di lasciare il calcio anche se so che sarà durissima. Ho 32 anni e sono calcisticamente ancora abbastanza “giovane”, ma ho due bimbe (Chiara di 4 anni e Flavia di 4 mesi, ndr) e voglio stare più vicino a loro e a mia moglie Alessandra che tra l’altro non ha mai fatto alcuna pressione nei miei confronti. E’ una decisione mia, ma certamente sarò sempre vicino all’Atletico Morena, anzi se la società volesse propormi un ruolo fuori dal campo o nello staff tecnico, sarei felicissimo di intraprendere con umiltà questa strada. Sull’attuale campo “Fabrizi” ho cominciato a muovere a sei anni i miei primi passi da calciatore e per una ventina di stagioni circa ho difeso i colori di Morena quindi qui avrò sempre un pezzo di cuore. E spero – dice Albilli - che per me ci saranno sempre porte aperte». L’Atletico Morena ha chiuso il campionato vincendo con un netto 5-0 sul campo del Torbellamonaca grazie alla doppietta di Placidi e alle reti di Buccitti, Balestrini e Quadraccia. «E’ stata una gara subito indirizzata nel verso giusto dove i padroni di casa non avevano grandi motivazioni, mentre noi ci tenevamo a chiudere nella miglior posizione di classifica possibile». Albilli, che da tre anni veste il biancoceleste dell’Atletico Morena (nato proprio tre stagioni fa), ha vestito una famosa maglietta celebrativa preparata in occasione della vittoria del campionato di Terza categoria dove si pronosticava una tripla scalata fino alla Promozione della stagione 2015-16. «Non ci siamo riusciti davvero per un soffio – sottolinea il capitano -, fino a tre giornate dalla fine eravamo secondi e con quel piazzamento avremmo ottenuto sicuramente il salto di categoria. Ma questa società è molto ambiziosa e potrà ripartire nella prossima stagione da una base importante: sono certo che l’Atletico Morena sarà protagonista anche l’anno prossimo». E avrà un tifoso (fuori dal campo) in più.