Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Atletico Morena, la gioia di Comparelli: "Con la Roman contavano solo i tre punti"

Parla l'ala biancoazzura dopo la vittoria nell'ultima giornata e guarda al futuro: "Per vincere forse ci manca ancora qualcosa, ma possiamo fare un campionato di alta classifica"



Matteo Comparelli ©asdatleticomorena.itL’Atletico Morena coglie la prima vittoria esterna stagionale battendo per 3-2 la Roman grazie ai gol di Comparelli, Marconi e Mattei, tutti realizzati nella prima frazione. «Abbiamo giocato un buon primo tempo – dice proprio l’autore del primo gol Matteo Comparelli -, poi nella ripresa evidentemente abbiamo pensato di aver già chiuso il discorso, nonostante mister Aquilanti ci avesse avvertito di rimanere concentrati soprattutto nei primi minuti. Così la Roman è tornata in partita prima col gol dell’1-3 e poi, dopo l’espulsione di Ricci, con la rete del 2-3. Il finale è stato piuttosto complicato per noi, ma alla fine abbiamo conquistato tre punti e questo era quello che contava in questo momento della stagione». Il successo porta i ragazzi di Andrea Aquilanti a quota sette punti, in una posizione di classifica decisamente più piacevole e ora il calendario permette ai capitolini di proseguire la corsa. «Domenica ospiteremo l’Atletico Lariano – dice ancora Comparelli – che è a quota tre punti. In teoria è una gara da vincere anche se loro avranno sicuramente grande spirito agonistico. Per noi, però, sarebbe importante riuscire a costruire una striscia positiva e muovere sensibilmente la classifica». Il 25enne attaccante esterno (o trequartista all’occasione) che proviene dall’altro Morena (non iscritto quest’anno ai campionati regionali) dice la sua sulle prospettive della squadra. «Nell’ambiente all’inizio della stagione si respirava grandi ottimismo sulle ambizioni della nostra squadra, io penso che per vincere forse ci manca ancora qualcosa, ma sicuramente possiamo fare un campionato di alta classifica». Anche grazie alle reti di Comparelli che nell’ultimo turno è andato a bersaglio su calcio di punizione. «Il gol è stato un po’ sporco, ma mi è stato assegnato e me lo prendo volentieri anche perché volevo riscattarmi personalmente dopo il rigore fallito nei minuti di recupero della penultima gara, quella persa per 2-1 in casa contro il Valmontone».